Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Kofi Annan: Italia e Grecia lasciate sole; serve un Piano Marshall per l’Africa

Kofi Annan (AP Photo/Lintao Zhang, Pool)

MILANO, 1 MAGGIO – A fronte di una crisi migratoria che ha lasciato ingiustamente soli paesi come Italia e Grecia, serve “un piano Marshall per l’Africa”. Lo ha detto l’ex segretario generale dell’ONU Kofi Annan al Corriere della Sera.

Sarebbe utile “un Piano Marshall, o comunque un nuovo approccio che aiuti questi Paesi a svilupparsi economicamente il più velocemente possibile, come avvenne per l’Europa dopo il 1945. L’Africa è ricca di giovani dinamici che non hanno lavoro. Se la comunità internazionale cooperasse con i governi africani per creare le condizioni per fare business, osserveremmo una drastica riduzione del fenomeno migratorio”.

La proposta ricalca l’approccio italiano delineato da ultimo dal premier Matteo Renzi con il “Migration Compact” presentato a  Bruxelles. Africano del Ghana, segretario generale delle Nazioni Unite dal 1997 al 2006, Annan sottolinea che “molti africani fuggono da aree di conflitto, come i nigeriani che scappano dalla follia di Boko Haram o gli eritrei o i rifugiati del Sahel. Per questo – osserva – se riuscissimo a fare i controlli vicino ai luoghi d’origine non avremmo problemi”.

L’ex capo dell’ONU e’ fondatore e presidente della Kofi Annan Foundation e presidente di The Elders, un gruppo di “saggi” fondato da Nelson Mandela. “Speravo che questa crisi migratoria avrebbe unito l’Europa invece di dividerla. Non è giusto aspettarsi che l’Italia e la Grecia sopportino da sole il peso di questi flussi solo perché sono il primo punto di ingresso dei migranti”, osserva Annan, secondo cui “se ci fosse stata una politica europea comune, se tutti avessero collaborato, non sarebbe stato difficile per una comunità di 500 milioni di persone assorbire un milione di migranti. È solo un problema di volontà politica e di comprensione”.

Secondo Annan, “l’Europa – aggiunge – avrebbe dovuto organizzarsi per riceverli. Ma i visto che i partiti di centro hanno taciuto, perché temevano di perdere voti, quelli estremisti hanno cominciato a cavalcare la rabbia della gente”. Invece “chi pensa di fermare il flusso chiudendo la porta sta sognando. Le migrazioni non possono essere fermate. Dobbiamo trovare
un modo per gestirle, che sia utile per il Paese di origine, di transito e di destinazione finale. E anche nell’interesse del migrante”. (@alebal)

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

1 Comment on Kofi Annan: Italia e Grecia lasciate sole; serve un Piano Marshall per l’Africa

  1. Gianpaolo Baratelli // 08/05/2016 at 7:46 am //

    Perche’ anche voi operate sintesi di comodo ?
    L’intervista integrale pubblicata dal Corriere non e’ poi cosi’ lunga …

    —————————————————————————-
    Gran parte delle persone che arrivano in Italia dall’Africa sono considerati migranti economici e non rifugiati. Come dovremmo trattarli?

    «Le leggi sono molto chiare. Se hanno diritto d’asilo entrano, altrimenti devono essere mandati indietro. Ma molti africani fuggono da aree di conflitto, come i nigeriani che scappano dalla follia di Boko Haram o gli eritrei o i rifugiati del Sahel. Per questo se riuscissimo a fare i controlli vicino ai luoghi d’origine non avremmo questi problemi».
    —————————————————————————-

Comments are closed.