Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Cooperazione: da comitato congiunto, iniziative per 137 mln euro

con Banca Mondiale per piccole isole Caraibi

ROMA, 10 MAGGIO – Dal Fondo UNDP per la stabilizzazione della Libia , d cui l’Italia e’ secondo donatore, alla convenzione Onu anti-desertificazione dove l’Italia torna a contribuire, dai rifugiati siriani in Libano e Giordania alle piccole isole caraibiche per la prevenzione di disastri naturali. Il comitato congiunto della nuova cooperazione nei Paesi limitrofi alle piccole isole  ha approvato oggi iniziative per 137 milioni di euro, in particolare contributi multilaterali e iniziative multi-bilaterali per 134 milioni di euro. E’ stato approvato anche il bando per le iniziative promosse dalle organizzazioni della società civile per 22,5 milioni, ha detto il vice-ministro Mario Giro, sottolineando che l’iniziativa nata “da una consultazione profonda sul merito con i soggetti della società civile,  introduce importanti novità in linea con quanto si fa a livello europeo”.

Nel corso della riunione, aperta dal ministro Paolo Gentiloni, il Ministero dell’economia, quello dell’Ambiente, Cassa Depositi e Prestiti e il rappresentante delle Regioni hanno illustrato le linee programmatiche dei loro interventi di cooperazione internazionale futuri per le materie di competenza. Sono stati approvati contributi volontari e contributi finalizzati a vari organismi internazionali per la realizzazione di importanti iniziative in Etiopia, Libano, Iraq, Bolivia, Libia, Giordania e Tunisia per un valore complessivo di oltre 25 milioni di euro. Il ministero dell’Ambiente ha fatto la sua con uno stanziamento di 18,7 milioni di euro per l’Africa.

Quella di oggi e’ stata la terza riunione in quattro mesi, a testimonianza del forte e convinto investimento del governo nella cooperazione allo sviluppo come strumento strategico di politica estera, si legge in una nota del Ministero degli Esteri.

Il Comitato – ha aggiunto il vice-ministro – è stato informato anche di alcune
iniziative di cooperazione delegata UE che saranno affidate all’Italia: “22 milioni di euro per il sostegno ai rifugiati siriani nei paesi limitrofi e 13 milioni di euro per la prevenzione delle migrazioni in Senegal attraverso la creazione di microimprese sono il segno che l’Italia in Europa, soprattutto sul tema delle migrazioni e sviluppo, è considerata un interlocutore di riferimento in Europa”.

Altra novità – ha detto Giro – è stata la proposta che la Banca Mondiale possa
gestire 30 milioni crediti d’aiuto per interventi nelle piccole isole dei Caraibi per lo sviluppo sostenibile. Un esperimento pilota che trasforma in realtà un’innovazione della legge 125/2014 in realtà e che ci permette di superare molte difficoltà gestionali” ha concluso il Vice ministro.(@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts