Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Pena di morte: Pfizer blocca farmaci se usati per esecuzioni

NEW YORK, 13 MAGGIO – La pena di morte in America subisce un nuovo colpo. Il colosso farmaceutico Pfizer ha bloccato l’uso dei suoi prodotti per le iniezioni letali. Oltre 20 case farmaceutiche europee e americane hanno già adottato restrizioni per l’uso dei propri medicinali e l’annuncio della Pfizer, data la scala della societa’ tra le maggiori del mondo, e’ considerato epocale.

La decisione fa seguito all’acquisizione l’anno scorso di Hospira, una societa’ che produce sette farmaci usati in iniezioni letali, tra cui barbiturici, sedativi e agenti che provocano paralisi o il blocco cardiaco. Hospira aveva cercato a lungo di impedire senza successo che i suoi prodotti finissero nelle mani dei boia. Secondo documenti legali finiti nelle mani dei media, era uscito dai suoi laboratori il cocktail usato nel 2014 per una esecuzione fallita in Ohio. Dal momento che gli stessi prodotti sono distribuiti per normali usi medici, e’ impossibile determinare se quelli usati nelle ultime esecuzioni sono stati confezionati da Hospira o, più di recente, da Pfizer.

“Con l’annuncio di oggi tutti i produttori con licenza dell’FDA hanno bloccato le vendite dei loro prodotti se destinati a essere usati per esecuzioni”, ha detto al New York Times Maya Foa di Reprieve, un gruppo per i diritti umani di Londra: “Gli stati che applicano la pena di morte devono adesso rivolgersi al mercato nero se vogliono farmaci da usare per l’iniezione letale”.

Era già difficile per i penitenziari di questi stati procurarsi prodotti da utilizzare come veleni: in alcuni casi rivolgendosi all’estero e attingendo a scorte di prodotti non autorizzati dalla FDA che regolarmente venivano sequestrati alla frontiera. Altri stati hanno usato farmacie che mescolano prodotti ad uso individuale, altri ancora hanno sospeso per mesi le esecuzioni per mancanza di farmaci o questioni legali legate alle procedure dell’iniezione letale.(@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts