Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

UNEA2: sottosegretario Degani per l’Italia. Focus su “sostenibilità ed economia circolare”

NEW YORK, 25 Maggio 2016 – Ruoterà attorno all’importanza dell’economia circolare l’intervento italiano alla plenaria della seconda assemblea della Nazioni Unite sull’ambiente (UNEA2) in corso a Nairobi. A rappresentare l’Italia e’ Barbara Degani, Sottosegretario all’Ambiente, che pure giovedì presenterà in un “side event” le buone pratiche legate alla sostenibilità frutto dell’esperienza di EXPO Milano 2015. Organizzato dal programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP), UNEA2 raccoglie nella capitale keniota dal 23 al 27 maggio 2.300 delegati da 170 Paesi per discutere del tema “Delivering on the 2030 Agenda” (Adempiere all’Agenda 2030), affrontando temi che vanno dal cambiamento climatico al traffico di animali o ai rifiuti in mare.

L’Italia, rappresentata da Degani su delega del ministro Galletti, sottolineerà l’apporto dell’economia circolare, con riferimento al risparmio energetico a beneficio dell’ambiente e dell’economia. Oltre all’intervento in plenaria, il sottosegretario all’Ambiente parteciperà al side event “The Legacy of Expo Milano 2015 Towards Sustainability of Large Events” (L’eredità di EXPO Milano 2015, verso la sostenibilità dei grandi eventi), in cui interverrà anche il direttore esecutivo di UNEP Achim Steiner. “L’Italia è molto orgogliosa  del percorso intrapreso a Milano, che ha lanciato su scala internazionale un messaggio importante sulla sostenibilità dei grandi eventi, e non solo”, ha spiegato Degani, per la quale “rilanciare l’eredità sostenibile di Expo, significa apportare un contributo verso modelli di produzione e consumo sostenibili, in coerenza con l’Agenda 2030”.

Nel corso dell’evento, verrà presentata la pubblicazione “The EXPO we learned. L’eredità di un grande evento nella prospettiva dell’economia circolare”, realizzata da Expo 2015 Spa il Politecnico di Milano e IEFE Bocconi incentrata sui buoni esempi e sulle lezioni dell’Esposizione Universale in tema di sostenibilità, “dalla costruzione degli edifici temporanei con accorgimenti di efficientamento energetico e riuso dei materiali, ai requisiti di green procurement dei prodotti alimentari e non, fino alla gestione dei rifiuti”.

Un rapporto UNEP/OMS presentato lunedì ha evidenziato che l’inquinamento e il degrado ambientale uccidono ogni anno nel mondo un numero di persone che è 234 volte quello delle vittime dei conflitti: ogni anno 7 milioni di morti nel mondo sono legate all’inquinamento atmosferico, 842mila a condizioni igienico-sanitarie negative. L’esposizione all’amianto uccide 107mila persone l’anno (quella al piombo ne ha uccise 654mila nel 2010), mentre 606mila sono rimasti vittime dei disastri naturali dal 1995, oltre ai 4,1 miliardi di persone gravemente ferite. (@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. UNEA, Degani (Italia): “Verso un nuovo modello economico” | OnuItalia

Comments are closed.