Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Migranti: UNHCR, 10 mila morti dal 2014; OIM, da gennaio 1000 in più che 2015

GINEVRA/NEW YORK, 7 GIUGNO – Dall’inizio del 2014 oltre 10.000 migranti e rifugiati sono annegati nel Mediterraneo mentre tentavano di raggiungere l’Europa: la soglia dei 10mila è stata superata negli ultimi giorni ed è “estremamente inquietante”, ha deplorato l’Alto commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr).

Il Segretario Generale dell’Onu Ban Ki moon ha espresso “tristezza” per questo dato: “Le immagini che vediamo superano ogni immaginazione”, ha detto il portavoce Stephane Dujarric in New York.

Il 2016 si sta rivelando un anno particolarmente tragico: dall’inizio dell’anno, oltre 2.800 persone sono morte, contro le 3.771 in tutto l’anno scorso, ha detto il portavoce dell’Unhcr a Ginevra. Secondo le stime dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (Oim) gli annegati nel Mediterraneo nel 2016 sono quasi mille in più rispetto al totale dei primi sei mesi dello scorso anno (1.838): un aumento vertiginoso, e mancano ancora tre settimane a fine giugno.

Nel 2016, 376 persone sono morte mentre cercavano di raggiungere la Grecia, 2.427 mentre tentavano di approdare in Italia con l’ultimo grave naufragio venerdi’ scorso al largo di Creta nel quale si teme abbiano perso la vita
320 persone. L’Oim stima che dall’inizio del 2016 al 5 giugno scorso, un totale di 206.400 migranti e rifugiati sono giunti in Europa via mare, di cui 156.782 in Grecia e 48.527 in Italia.

Per l’Italia la Libia e’ tuttora il punto di partenza della maggioranza dei migranti, ma “siamo davanti a un aumento del numero dei migranti in partenza dall’Egitto”, ha detto Federico Soda, Direttore dell’Ufficio di Coordinamento IOM per il Mediterraneo a Roma.

“Ogni anno gli arrivi dall’Egitto rappresentano il 10-15 per cento del totale ma e’ un flusso che di solito comincia con il miglioramento delle condizioni meteo. Quest’anno abbiamo invece visto arrivi anche nei primi mesi dell’anno”.  Tra questi, migranti da Egitto, Somalia, Sudan e Eritrea. Secondo testimonianze raccolte dall’OIM, alcuni migranti provenienti dall’Africa orientale sono passati dall’Egitto per evitare la Libia, un paese considerato attualmente troppo pericoloso.

Soda ha anche indicato che il numero dei minori in arrivo in Italia e’ in aumento e la stragrande maggioranza sono minori non accompagnati. Nel 2015 alla fine di maggio gli arrivi degli under 18 erano stati 4.566, di cui 3.058 che viaggiavano da soli. Quest’anno sono stati 7.567, tra cui 7.009 non accompagnati. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts