Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

UE punta sulla cultura: Mogherini, al centro politica estera Unione

Franceschini: Italia ha convinto Europa

Federica Mogherini at the podium

BRUXELLES, 8 GIUGNO – L’Italia convince Bruxelles e la cultura viene messa al centro della politica estera della UE. La “Strategia per le relazioni culturali internazionali”, presentata dalla Commissione europea e dall’Alta Rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza Federica Mogherini, mira a incoraggiare la cooperazione culturale tra l’UE e i suoi paesi partner e a promuovere un ordine mondiale basato sulla pace, sullo stato di diritto, sulla libertà di espressione, sulla comprensione reciproca e sul rispetto dei valori fondamentali.

“La cultura deve essere parte integrante della nostra politica estera. Essa rappresenta un potente strumento per costruire ponti tra le persone, in particolare tra i giovani, e rafforzare la comprensione reciproca. Essa può anche essere un motore per lo sviluppo economico e sociale. E siccome ci troviamo di fronte a sfide comuni, la cultura può aiutare tutti noi, in Europa, Africa, Medio Oriente e Asia, a rimanere uniti per combattere la radicalizzazione e instaurare un’alleanza delle civiltà contro chi tenta di dividerci. È per questo motivo che la diplomazia culturale deve essere sempre più al centro delle nostre relazioni con il mondo di oggi,” ha detto Federica Mogherini, Alta Rappresentante e Vicepresidente dell’Unione.

Franceschini: Italia ha convinto l’Europa

Soddisfazione, a Roma, e’ stato espressa dal ministro per i beni culturali Dario Franceschini: “La comunicazione congiunta al Parlamento Europeo e al Consiglio della Mogherini è un passo fondamentale che afferma il ruolo cruciale della cultura nella promozione della pace e della stabilità, della salvaguardia della diversità e nella crescita economica, sociale e civile del continente. La protezione del patrimonio culturale nelle aree di crisi, lo scambio culturale come motore di sviluppo, il dialogo interculturale e la lotta al traffico illecito di beni culturali, da sempre al centro dell’interesse italiano,
diventano ora obiettivi strategici per rafforzare l’Europa come attore globale e promuoverne i valori fondamentali quali il rispetto dei diritti umani e la democrazia, la parità di genere, la libertà di espressione.”

Per Tibor Navracsics, Commissario europeo per l’Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, “la cultura è il tesoro nascosto della nostra politica estera. Essa contribuisce a promuovere il dialogo e la comprensione reciproca. E’ pertanto uno strumento indispensabile per costruire relazioni a lungo termine con i paesi in tutto il mondo e può essere determinante per rafforzare il ruolo dell’UE a livello mondiale.”

La cultura può svolgere un ruolo importante nella politica estera dell’UE, spiega una nota della rappresenta UE in Italia: “La cooperazione culturale contrasta gli stereotipi e i pregiudizi mediante il dialogo, l’apertura mentale, la dignità e il rispetto reciproco. Il dialogo interculturale può contribuire a evitare i conflitti e a promuovere la riconciliazione all’interno dei paesi e tra di essi. La cultura può contribuire a far fronte a sfide globali come l’integrazione dei rifugiati, la lotta alla radicalizzazione violenta e la tutela del patrimonio culturale mondiale. La cultura può essere anche uno strumento per produrre importanti benefici sociali ed economici all’interno e all’esterno dell’UE”. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts