Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Kenya: la pallavolo nella baraccopoli, per ”fare muro contro la povertà”

Amref e Dario Sanna di Trentino Volley e l'impegno a Dagoretti

Amref in Kenya

DAGORETTI,  13 GIUGNO – C’è chi continua a ”fare muro contro la povertà”. Lo slogan scelto dall’organizzazione umanitaria Amref dedicato alle frange più emarginate della popolazione, trova nella baraccopoli keniana di Dagoretti, a Nairobi, lo sbocco più naturale.  Nonostante la stagione 2015/16 sia oramai giunta al termine, il progetto ‘Facciamo muro contro la povertà’ prosegue senza soste, anche nel periodo che precede l’estate. Dallo scorso 4 giugno gli operatori di Amref Health Africa e Dario Sanna, l’allenatore che cura l’iniziativa umanitaria per Trentino Volley, si trovano infatti nuovamente nel quartiere della capitale del Kenya per coordinare e supervisionare l’attività sportiva sui campi da gioco.

Volley a Dagoretti

Volley a Dagoretti

Ecco quello che lo stesso Sanna ha raccontato: “Ero per le strade della baraccopoli con alcuni degli operatori di Amref quando abbiamo incontrato un gruppetto sparuto di ragazzi di strada. Erano storditi e indolenti, avevano sniffato colla. Parlavano a stento. Li abbiamo avvicinati regalando loro un pallone da volley. Dopo qualche lancio hanno recuperato le forze e la vitalità tipica dei loro anni. Ci hanno seguiti al Centro di Dagoretti e non hanno più smesso di giocare. Lo sport può fare miracoli, ormai ne ho le prove!”.

Quello che si concluderà il 18 giugno sarà il terzo periodo in cui gli allenamenti saranno guidati dal tecnico gialloblù che, ogni tre mesi, torna in Kenya per verificare lo “stato dei lavori” ed offrire nuovo impulso agli allenatori locali, che nel frattempo hanno migliorato le loro conoscenze e preso sempre più sicurezza nell’insegnare le tecniche di gioco ed allenamento.

Volley a Dagoretti

I giocatori più piccoli

L’obiettivo di creare nuove opportunità di recupero per i ragazzi africani attraverso lo sport, trasmettendo loro i valori di questa disciplina e della sua pratica è stato centrato, ma per far sì che diventi una costante serve impegnarsi ogni giorno e dare continuità al progetto come spiega Sanna. ”Rispetto all’ultima volta che ero approdato a Dagoretti ho trovato tutti i quattro gruppi di ragazzi coinvolti negli allenamenti molto migliorati sotto tutti i punti di vista e questa è un’enorme soddisfazione, perché vuol dire che l’attività che abbiamo proposto li sta effettivamente coinvolgendo molto – ha spiegato – Ovviamente le cose da fare sono ancora molte ma mi fa piacere segnalare che, anche grazie alle esperienze raccolte nei precedenti due soggiorni in Kenya, abbiamo potuto avvicinare anche i bambini alla pallavolo, creando un quarto campo di gioco e portando con noi palloni di dimensioni più ridotte e morbidi”.  Per i quattordici giorni di lavoro diretti sul campo da Sanna, l’allenatore ha stilato un programma di allenamenti molto intenso e preciso che prevede due sessioni al giorno per il centinaio di ragazzi partecipanti ma anche spazi importanti per i tornei e visite a comunità e scuole, proprio per non trascurare alcun aspetto.

Il progetto ‘Facciamo muro contro la povertà’ proseguirà nei prossimi mesi, anche attraverso occasioni importanti di visibilità nei principali avvenimenti pallavolistici d’Italia grazie alla partnership già instaurata con la Lega Pallavolo Serie A e a quelle con altri importanti enti che verranno pubblicizzate e presentate a breve.
Per maggiori informazioni e adesioni al progetto: www.amref.it/facciamo_muro

(@novellatop,  13 giugno  2016)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts