Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Corridoi umanitari: Marian e Abdul al sicuro in Italia; 34 migranti trovati morti in Niger

(di Alessandra Baldini)

ROMA FIUMICINO, 16 GIUGNO – Abdul e Marian al sicuro in Italia, 34 migranti trovati morti nel deserto del Niger. Il progetto dei ‘Corridoi umanitari’ – un mix di ponte aereo e accoglienza per far fronte alla crisi delle migrazioni – verrà presentato il 22 giugno alle Nazioni Unite a New York, ha annunciato il viceministro degli Esteri Mario Giro, felice per i nuovi arrivi ma col cuore pieno di dolore per quelle morti non necessarie.

Giro, insieme ad altre autorità civili e religiose, ha accolto all’aeroporto di Fiumicino l’arrivo del quarto gruppo, stavolta 81 profughi, per lo più siriani, provenienti dal Libano. Tra loro 30 bambini tra cui Mariam, 10 anni, che non può camminare da quando e’ stata ferita alla spina dorsale da un proiettile nel campo per rifugiati di Yarmuk vicino a Damasco, e il piccolo Abdul, anche lui in sedia a rotelle: viene da Homs, adesso a Genova lo aspetta una casa e una comunita’.

Abdul a Fiumicino

Abdul a Fiumicino

I profughi sono arrivati da Beirut e saranno ospitati da una rete di case e strutture di accoglienza non solo in Italia (Lazio, Toscana, Piemonte, Liguria,
Lombardia, Campania e Puglia) ma anche nella Repubblica di San Marino. Sale così a 281 il numero di migranti arrivati finora nel nostro Paese attraverso i ‘Corridoi’, iniziativa congiunta della Comunità di Sant’Egidio, Federazione delle chiese evangeliche in Italia e Tavola valdese con l’appoggio del governo italiano per consentire un passaggio sicuro e una accoglienza garantita all’arrivo a persone in fuga da guerre, persecuzioni, poverta’, fame.

“I corridoi sono un modello per gli stati europei per coniugare solidarietà, sicurezza e integrazione”, ha detto il presidente di Sant’Egidio Marco Impagliazzo dando il benvenuto a Mariam e agli altri profughi.  “Ho appreso con dolore del tragico ritrovamento di 34 vittime migranti nel deserto del Niger, queste parole sono ancora più vere”, ha commentato Giro su Twitter. Oggi intanto il progetto dei ‘corridoi’ e’ stato presentanto al Palais des Nations, la sede ONU di Ginevra.  (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts