Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

#WithRefugees: Alessandro Gassmann tra 60 celebrita’ in appello UNHCR

"Famiglie come la mia"

GINEVRA, 17 GIUGNO – Cate Blanchett lancia l’appello dal campo per profughi siriani di Al Zataari in Giordania: “”Dobbiamo chiedere che tutti i Paesi assumano la loro responsabilità per assicurare ai rifugiati protezione, alloggio e la possibilità di avere una vita produttiva”. Con altri 60 personaggi famosi la diva di Carol compare in un video prodotto dall’Alto commissariato dell’Onu per i profughi (Unhcr) in occasione della giornata mondiale del rifugiato lunedì’ 20 giugno. Un appello “a difesa di famiglie come la mia”, dice Alessandro Gassman, unico italiano tra le 60 celebrita’ che appaiono nel video ufficiale della campagna UNHCR #WithRefugees.

L’iniziativa mira a raccogliere il sostegno dell’opinione pubblica per le famiglie costrette a fuggire dai conflitti e le persecuzioni in coincidenza con “un acuirsi della retorica anti-rifugiati e maggiori restrizioni alla concessione dell’asilo”.  Da poco nominata ambasciatrice di buona volontà dell’UNHCR, Cate compare nel video insieme a personaggi quali lo scrittore Khaled Hosseini, la modella ed ex rifugiata Alek Wek, l’arcivescovo Desmond Tutu, gli attori Benedict Cumberbatch, Chiwetel Ejiofor, Margot Robbie, Ben Stiller, Stanley Tucci, l’italiano Gassmann, Dame Helen Mirren e cantanti come Juanes, Mika, Maher Zain e Babaa Maal.

Andrea Camilleri #WithRefugees

Andrea Camilleri #WithRefugees

In Italia altri artisti hanno abbracciato la causa: Francesco Pannofino, Nicole Grimaudo, Andrea Camilleri, Francesco Totti, Carolina Crescentini, Elisa Sednaoui, Bianca Balti, Lorena Bianchetti, Emma, Nek, Elisa e J Ax hanno scelto di sostenere l’hashtag #WithRefugees attraverso messaggi video e fotografici.

maxresdefault

“Noi stiamo dalla parte dei rifugiati. Unisciti a noi!”, affermando le celebrita’ invitando a firmare una petizione che fa appello ai governi affinché intraprendano azioni concrete in favore di chi è costretto a fuggire. L’appello sarà presentato a Ban in occasione della storica Assemblea Generale dell’ONU del 19 settembre in cui verrà affrontato il tema della risposta comune ai grandi flussi di rifugiati e migranti.

Nello specifico, la petizione chiede a tutti i governi di garantire che:
• Ogni bambino rifugiato abbia accesso ad un’educazione.
• Ogni famiglia rifugiata abbia un posto sicuro in cui vivere.
• Ogni rifugiato possa lavorare o acquisire abilità che gli consentano di contribuire in modo positivo alla propria comunità.

“Le persone rifugiate sono madri, padri, sorelle, fratelli, bambini, con le stesse nostre speranze ed ambizioni – a parte un gioco del destino che ha legato le loro vite ad una crisi globale di rifugiati senza precedenti,” ha detto Khaled Hosseini. “Insieme, con solidarietà verso i rifugiati, dobbiamo chiedere ai leader mondiali che si assumano la responsabilità collettiva di trovare soluzioni giuste e durevoli a questa crisi. Insieme, dobbiamo garantire che l’umanità e la compassione trionfino sulla paura e sull’intolleranza.”

Nel video compaiono anche il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon e l’alto commissario per i profughi Filippo Grandi. “Siamo in un periodo di crescenti conflitti e disordini nel mondo, che stanno costringendo un numero crescente di persone a fuggire,” ha detto Grandi. “È qualcosa che ci riguarda e ci coinvolge tutti. Quello di cui c’è bisogno è comprensione, empatia e volontà politica di unirsi e trovare risposte concrete al dramma dei rifugiati. Questa è diventata una sfida simbolo del nostro tempo.” (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts