Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Giovani italiani all’Onu, Rachele Megna: “Dalla letteratura femminista allo stage a UN Wowen”

NEW YORK, 17 Giugno – Una laurea in filosofia e sociologia all’Università di Sussex, un master in Gender Equality alla London School of Economics and Political Science, la passione per la letteratura femminista. L’Onu: un sogno mai davvero suo, fino a quando non ha conosciuto da vicino UN Women. Rachela Megna, 24 anni, torinese nell’agenzia delle Nazioni Unite che promuove l’eguaglianza di genere è in stage da gennaio: “Un’esperienza fantastica, sono contentissima, meglio di così non poteva andare”.

La sua giornata tipo come intern nell’ufficio di Phumzile Mlambo-Ngcuka, direttrice esecutiva dell’agenzia, comprende “fare ricerche su temi che ruotano attorno al tema del gender equality”, ma anche “organizzare riunioni con tutti coloro presenti in UN Women e la direttrice esecutiva, supportare logisticamente tutto questo processo”.

Fresca di studi universitari, all’Onu è arrivata un po’ per caso. “Non stavo necessariamente cercando opportunità alle Nazioni Unite”, racconta Rachele: “Stavo facendo domanda per una varietà di cose diverse con organizzazioni non governative, università, e questa è stata l’unica domanda che andata in porto: l’ho presa al balzo e finora è stata un’esperienza fantastica”.

Lavorare all’Onu per lei significa lavorare per “un’ente che mi dà speranza che l’uguaglianza di genere sia realizzata da un punto di vista internazionale” attraverso la promozione e implementazione dell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile adottata dai 193 a settembre 2015 e che comprende come quinto obiettivo, proprio quello dell’uguaglianza di genere.

“E’ un piacere per me fare quello che faccio e contribuire con il mio academic and knowledge background ai lavori e ai programmi di UN Women”. A chi vuole seguire i suoi passi dice: “Non abbiate paura a fare anche quello che sembra impossibile da raggiungere”. Un messaggio che potrebbe rivolgere anche a se stessa, mentre cerca di costruire il suo futuro in una direzione tra Onu, mondo universitario e relazioni internazionali. (@annaaserafini)

Clicca qui per iscriverti al canale Youtube di OnuItalia e scoprire le storie di altri “Giovani italiani all’Onu”.

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts