Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Malawi: El Niño mette in ginocchio la popolazione. Da Mary’s Meals un pasto al giorno a 800mila bambini

Mary's meals in Malawi

NEW YORK, 21 Giugno – 8 milioni di persone che hanno bisogno di aiuti alimentari: un abitante su due. Un milione di tonnellate di cibo necessario in tutto il Paese, in particolare al Sud e al Centro. Siamo in Malawi, Africa, dove El Niño sta mettendo in ginocchio la popolazione già stremata dalla povertà e della fame. A fronte di inondazioni, secche e raccolti andati a male come conseguenza del fenomeno climatico, l’organizzazione Mary’s Meals guarda ai bambini che soffrono la fame e rischiano di abbandonare il percorso scolastico, offrendo loro un pasto giornaliero a scuola. Un modo per mantenergli impegnati negli studi e sostenerli nell’apprendimento, ma anche uno strumento per assicurarsi che vengano raggiunti.

Mary’s Meals, i pasti di Maria, prende il nome dalla madre di Gesù “che lo ha cresciuto in povertà”, si legge sul sito. Ma l’organizzazione è apolitica e aconfessionale e si rivolge ai bambini bisognosi, a prescindere dall’appartenenza religiosa. La sua storia è legata al fondatore Magnus MacFarlane-Barrow, scozzese, e al suo pellegrinaggio al santuario mariano di Medjugorje in Bosnia. I genitori devolvono i fondi della pensione ad una casa famiglia, lui e il fratello, toccati dal conflitto bosniaco, lanciano un appello nella loro contea di Argyll per raccogliere fondi, farmaci e viveri per chi soffre. Partono con un primo convoglio ma le donazioni continuano ad arrivare. Magnus abbandona il suo lavoro, si trasferisce in Bosnia. Fonda lo Scottish International Relief.

Romania, Liberia, Croazia, Bosnia: le attività del SIR si ampliano in un decennio, dalla creazione di orfanotrofi agli ospedali. Magnus visita il Malawi e incontra Emma: una mamma che sta morendo di AIDS ed è preoccupata per i suoi sei figli. Edward, il primogenito, racconta a Magnus che  sogna di poter mangiare e continuare a studiare. Nasce Mary’s Meal.

Dall’Africa all’Asia, dai Caraibi all’Europa dell’Est e al Sud America, l’organizzazione è presente in vari Paesi del mondo, con centri di raccolta fondi in altrettante parti del pianeta, Italia compresa. In Malawi, dove la crisi generata da El Niño è ogni giorno più grave, Mary’s Meal raggiunge 800mila bambini e lavora con 65mila volontari.

“La fame qui ha toccato i livelli peggiori che io abbia mai visto ed è solo l’inizio. Sappiamo che la situazione peggiorerà e di molto”, ha commentato Molihe, insegnante alla scuola elementare di Pulika. “Come facciamo a motivare dei bambini affamati? È pressoché impossibile”, racconta.

Dar da mangiare a un bambino per un anno intero costa 14,50 €. Scopri di più dell’organizzazione, cliccando qui. (@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts