Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Starace (ENEL) porta la visione italiana dell’energia sostenibile al Global Compact dell’Onu

NEW YORK, 22 Giugno – “Il nostro mondo è a rischio”. Esprimendo preoccupazione per lo scioglimento dei ghiacciai, ma anche pervenendo opportunità in una nuova era di business responsabile, Francesco Starace, amministratore delegato del gruppo energetico italiano Enel, ha portato la visione italiana della sostenibilità energetica al Global Compact Leaders Summit 2016.

Domani Starace tornerà a Roma per incontrare il premier Matteo Renzi e l’ad di Eni Claudio De Scalzi e illustrare il futuro delle rinnovabili in Italia. “Viviamo in un periodo di grande transizione nel settore dell’energia e il vecchio paradigma sta cambiando “, ha detto Starace questo pomeriggio nel corso della riunione di leader aziendali e politici, organizzazioni non governative, investitori e rappresentanti dei giovani. Nella Sala dell’Assemblea Generale sedeva anche la delegazione diplomatica italiana e il sottosegretario agli Esteri Enzo Amendola.

sta2

“Vogliamo cambiare il mondo, a partire da noi stessi, e crediamo di poterlo fare”, ha continuato Starace, sottolineando che “il partenariato pubblico-privato è cruciale”, mentre “i cambiamenti tecnologici e i comportamenti dei clienti hanno completamente cambiato il modo di business nell’industria energetica”.

Il Global Compact Leaders Summit è stato aperto dal Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon: “L’accordo di Parigi e gli obiettivi di sviluppo sostenibile danno al settore privato un’opportunità senza precedenti per creare energia pulita ed economie sostenibili, resistenti ai cambiamenti climatici”, ha detto Ban, sottolineando che due passi sono essenziali per il passaggio a un mercato sostenibile e inclusivo. “In primo luogo, abbiamo bisogno di mobilitare la comunità aziendale di tutto il mondo come mai prima. In secondo luogo, sarà cruciale l’innovazione”.

La settimana scorsa ENEL è entrata nel mercato delle rinnovabili in Zambia, il quarto paese africano di approdo dopo Sudafrica, Kenya e Marocco, dove investirà circa 40 milioni di dollari. Oggi Enel ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulla sostenibilità. “I dati e le informazioni riportate sono la nostra carta d’identità: fatti e cifre che riflettono il nostro impegno quotidiano per la tutela ambientale, i nostri rapporti con le comunità locali, la nostra motivazione, le relazioni con i clienti, i nostri investimenti in innovazione, tecnologie dell’informazione e della comunicazione ed energia pulita”, si legge nel documento. (AB/AS)

sta3

The following two tabs change content below.

Arriva all’Onu a New York dopo le esperienze all’Agi Bruxelles e Repubblica Roma. Vincitrice di premi giornalistici e concorsi tra cui “America Decides 2012”. Oltre il giornalismo e la diplomazia, la passione per l’arte.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Anna Serafini

Arriva all’Onu a New York dopo le esperienze all’Agi Bruxelles e Repubblica Roma. Vincitrice di premi giornalistici e concorsi tra cui “America Decides 2012”. Oltre il giornalismo e la diplomazia, la passione per l'arte. Contact: Website | Twitter | Google+ | More Posts