Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Mohammed: un 16enne tunisino al centro per Save The Children. Da gennaio aiutati 6300 minori

ROMA, 23 Giugno 2016 – Un cerchio con al centro un bambino. Le braccia aperte. A Mohammed, sedicenne tunisino, in Italia da due mesi è bastato riconoscere il logo di Save The Children per le vie di Roma per sentirsi più protetto.

Arrivato a Lampedusa come altri 7500 bambini sbarcati in Italia da gennaio, Mohammed è uno dei 6950 giunti nel nostro Paese da soli. Ad accoglierlo e assisterlo ci ha pensato Save The children, l’organizzazione che nei primi sei mesi dell’anno ha aiutato 6300 minori, di cui 5400 non accompagnati.

Anche a Mohammed ha offerto una coperta, qualcosa da mangiare e da bere, una sistemazione ad Agrigento. Un amico di un vicino di casa in Tunisia lo aveva invitato a raggiungerlo nel Nord Italia dove vive. Il sedicenne accetta, sale a bordo di un treno, arriva a Roma.

Nella capitale si trova di nuovo solo, senza soldi, senza cellulare, senza un riferimento, senza un tetto sulla testa. Dorme all’aperto, dove capita, per due settimane, quando rincontra quel bambino con le braccia aperte protetto da un grande cerchio.

Si avvicina ai volontari di Save The children che lo riaccolgono, lo mettono in contatto con un mediatore, gli offrono un letto al “Civico Zero”, da cui poi riprende la sua strada. “L’ultima immagine che mi porto via dal Civico Zero – racconta Claudia, team leader dei dialogatori di Save The Children scrivendo la storia ai colleghi – “è Mohamed che saluta un ragazzino marocchino o tunisino, che parla la sua lingua, conosciuto in quel momento, a cui potrà raccontare il suo viaggio e le sue speranze, in cui potrà specchiarsi e riconoscere un altro sé”.

“Diventeranno amici, magari, oppure litigheranno domani. Però quel che conta è che da oggi Mohamed non è più solo, ha di nuovo 16 anni, e può sognare di studiare, di giocare con i coetanei e di desiderare un futuro, con qualcuno accanto che tuteli la sua adolescenza”. Un bambino con cerchio di amici pronto a proteggerlo a braccia aperte. (@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts