Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Nigeria: Msf denuncia grave emergenza umanitaria in campo sfollati

Nigeria Foto MSF

BAMA, 23 GIUGNO – Medici senza Frontiere denuncia una catastrofica emergenza umanitaria in un campo per persone sfollate nel Borno State, in Nigeria. Secondo l’organizzazione il 21 giugno una sua équipe medica ha avuto accesso per diverse ore alla città di Bama, nel nord-est del paese, dove 24.000 persone tra cui 15.000 bambini (4.500 sotto i cinque anni) hanno trovato rifugio in un campo sorto nel compound di un ospedale. In quelle poche ore, il team di MSF ha scoperto una vera emergenza sanitaria. Sedici bambini gravemente malnutriti, in imminente rischio di morte, sono stati trasferiti al centro nutrizionale di MSF a Maiduguri. Un rapido screening su più di 800 bambini ha rivelato che il 19% di loro soffriva di malnutrizione severa acuta, la forma più mortale. MSF in NIgeria carte-nigeria-eng[1]

”È la prima volta che MSF è riuscita ad accedere a Bama, ma sapevamo che i bisogni delle persone sono più che critici”,  ha detto Ghada Hatim, capomissione di MSF in Nigeria. ”Stiamo trattando bambini malnutriti nelle strutture mediche a Maiduguri e vediamo il trauma sui volti dei pazienti che hanno visto e sono sopravvissuti a tanto orrore”. Durante l’ispezione a Bama, l’équipe di MSF ha contato 1233 sepolture scavate vicino al campo nell’ ultimo anno. Molte di esse, 480, di bambini.

”Bama è una località estremamente isolata” ha detto Hatim. ”Ci hanno detto che molte persone, compresi bambini, sono morte di fame. Stando ai racconti degli sfollati alle nostre équipe, nuove tombe compaiono ogni giorno. Ci hanno detto che in un solo giorno possono morire anche 30 persone per fame e malattia” e secondo Msf dal 23 maggio sono morte nel campo almeno 188 persone, circa sei al giorno, soprattutto per diarrea e malnutrizione.

Tra il 13 e il 15 giugno, le autorità nigeriane e un’organizzazione locale hanno organizzato l’evacuazione di 1.192 persone che avevano bisogno di cure mediche dall’area di Bama alla città di Maiduguri, capitale del Borno State. Questo gruppo, composto in gran parte da donne e bambini, è stato portato nel campo sfollati ‘Camp Nursing’. Dei 466 bambini visitati qui dalle équipe di MSF, il 66% è risultato affetto da malnutrizione, per il 39% in forma grave. 78 bambini sono stati immediatamente ricoverati nel centro nutrizionale di MSF, che ha una capacità di 86 posti letto.

MSF è presente a Maiduguri, nel Borno State, da maggio 2014. Qui supporta due ospedali, due cliniche, due centri medici nei campi dove le persone sfollate possono essere visitate gratis. Negli ultimi mesi ha realizzato importanti interventi per fornire acqua e condizioni igieniche accettabili in alcuni campi di Maiduguri, dove conduce anche attività di sorveglianza epidemiologica. Nel 2015, MSF ha fornito più di 116.300 consultazioni mediche, assistito 1.330  parti e supportato 6.000 bambini malnutriti.

(@novellatop,  23 giugno  2016)

 

 

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts