Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Rifugiati e richiedenti asilo, Parlamento Ue approva risoluzione su lavoro

STRASBURGO, 5 luglio – Con 486 voti favorevoli, 189 voti contrari e 28 astensioni il Parlamento europeo ha approvato oggi la prima risoluzione non vincolante sull’integrazione lavorativa dei rifugiati e richiedenti asilo nei Paesi di accoglienza. “La cosa più importante è che per la prima volta chiediamo alla Commissione che il Fondo sociale europeo venga portato al 25% del bilancio della Politica di coesione, per destinare maggiori risorse alle autorità locali e alle associazioni che nei territori si occupano dell’accoglienza”, ha detto il relatore Brando Benifei (Socialisti e Democratici). L’obiettivo, spiega, è evitare che l’assistenza ai rifugiati e richiedenti asilo venga finanziata a scapito di programmi per altri gruppi svantaggiati, quali quelli per i giovani disoccupati, ma che venga sostenuta con nuovi finanziamenti.

“Bisogna fare attenzione affinché nessuna integrazione sia percepita dai cittadini come contro di loro. Si deve mostrare loro che l’Ue vuole integrarli [i rifugiati e richiedenti asilo] per il benessere di tutti. E l’unico strumento che abbiamo è la leva economica”, ha spiegato l’europarlamentare PD, sottolineando che le condizioni per l’accesso al mercato del lavoro differiscono notevolmente in tutta l’Ue.

“L’inserimento del richiedente asilo nel mercato del lavoro avvenga al più presto”, si legge nella risoluzione in cui si fa riferimento anche alla valutazione e al riconoscimento delle loro qualifiche.
I deputati si oppongono all’idea di creare mercati del lavoro speciali per i rifugiati, sostenendo che il salario minimo nazionale dovrebbe essere applicato anche a loro. Contemporaneamente invitano gli Stati membri a istituire un sistema di formazione linguistica, veicolo di integrazione e a offrire accesso a corsi di orientamento in materia di diritti e valori fondamentali dell’Ue e l’inclusione sociale, compresi corsi sui diritti fondamentali, sui valori e sulla cultura. (@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts

2 Comments on Rifugiati e richiedenti asilo, Parlamento Ue approva risoluzione su lavoro

  1. aldo aldi // 06/07/2016 at 12:24 pm //

    Quindi questi clandestini e parassiti e morti di fame vengono e hanno diritto al lavoro e a invaderci e gli italiani disoccupati(di tutte le fasce di età) e i poveri non verranno mai aiutati.
    Questa una follia

    • Francesco Ripa // 07/07/2016 at 3:47 am //

      Signore, una follia è che NON avessero, prima, il diritto di lavorare. Stiamo parlando di un diritto, non di dare un lavoro a tutti. Ma poi ha letto l’articolo? “L’assistenza ai rifugiati e richiedenti asilo venga finanziata a scapito di programmi per altri gruppi svantaggiati, quali quelli per i giovani disoccupati, ma che venga sostenuta con nuovi finanziamenti.” Probabilmente non solo non sa cosa voglia dire essere in un paese che non è il suo senza avere neanche il diritto di lavorare, ma non ha neanche letto l’articolo

Comments are closed.