Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Migranti, 1040 sbarcati a Palermo, 80 minori. Orlando: “Governo attivi piano nazionale”

PALERMO, 7 Luglio – Nuova operazione di salvataggio al largo del Mediterraneo: 1040 migranti sono stati soccorsi dalla nave Siem Pilot della Marina Norvegese e accompagnati al Porto di Palermo. Tra questi anche 80 minori non accompagnati, per la maggior parte ragazze. Mentre continuano le operazioni di identificazione dopo lo sbarco nel capoluogo siciliano, l’Assessorato per le politiche di cittadinanza fa sapere è stata trovata una sistemazione temporanea per questi minori, attraverso una collaborazione fra il Comune, la Prefettura, la Croce Rossa, la Caritas e la Protezione Civile Volontaria: un accordo che ha “risolto una situazione che rischiava di essere gravissima”, ha detto il sindaco Leoluca Orlando.

I giovani saranno ospitati in strutture supportate dai volontari in attesa che si iscrivano nuove strutture all’Albo regionale: “Mentre enormi spazi del patrimonio immobiliare dell’esercito e delle Opere Pie restano vuoti ed inutilizzati, il sovraffollamento delle strutture disponibili mortifica tanto chi ospita quanto chi è ospitato ed in più apre le porte a fenomeni speculativi e di emarginazione sociale”, ha commentato Orlando, denunciando “la fragilità di un sistema che continua a basarsi sulla buona volontà dei Comuni e delle Prefetture, sul sostegno del privato sociale e sul lavoro di singoli volontari ed organizzazioni di volontariato”. Il primo cittadino ha poi chiesto al “governo nazionale di attivarsi immediatamente per una equilibrata presa in carico dei minori da parte di tutte le regioni” attraverso la realizzazione di un piano nazionale.

Con Palermo che ospita più di mille minori, l’assessore Agnese Ciulla ha dichiarato che “Mentre per gli adulti è stato raggiunto un accordo in sede nazionale, con l’individuazione delle regioni che dovranno e potranno ospitarli per i minori manca del tutto una programmazione, lasciando in questo momento i comuni siciliani, soprattutto quelli in cui avvengono materialmente gli sbarchi, a dover gestire una situazione di sovraffollamento ed ormai saturazione delle strutture”.

D’altro lato, poco più di un mese fa, il 27 maggio, l’UNICEF e il Governo italiano avevano annunciato ufficialmente l’avvio di una nuova collaborazione che consentirà di migliorare le cure e la protezione dei bambini e degli adolescenti migranti e rifugiati presenti in Italia. Tra le attività previste dall’accordo, il monitoraggio delle condizioni di vita dei minorenni migranti nei Centri di accoglienza presenti nelle tre regioni interessate dall’accordo (Sicilia, Calabria e Campania). (@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts