Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Rio 2016: Italia fa sistema e porta in Brasile un assaggio della sua cultura

ROMA, 7 LUGLIO – Come l’Auriga di Mozia volato al British Museum per Londra 2012, anche per Rio 2016 l’Italia dara’ il suo contributo portando alle prossime Olimpiadi una mostra di reperti archeologici sui giochi in Grecia e a Roma.

L’iniziativa, a cura di Eugenio La Rocca, comprende 54 opere suddivise per discipline olimpiche e una sala multimediale che ospiterà ricostruzioni in 3D del Colosseo, del Circo Massimo e dello Stadio di Domiziano. “E’ una mostra per ricordare come sono nati i giochi olimpici. I premi erano molto semplici e poveri. Le corone nei giochi antichi erano di sedano selvatico. Sono cambiate le gare atletiche ma una parte è rimasta ed è ben rappresentata nelle Olimpiadi più recenti: lancio del giavellotto, pugilato, lotta libera. Altre più pericolose sono cambiate” ha spiegato l’archeologo.

Tanta cultura dunque perche la cultura e’ uno dei punti di forza dell’Italia che a Rio si presenta come Sistema Paese. Le Olimpiadi saranno “un’occasione dal nostro punto di vista per lanciare un messaggio di amicizia e di fiducia verso il Brasile”, ha detto il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, nel suo intervento alla presentazione delle iniziative in campo in occasione dei trentunesimi Giochi Olimpici e dei quindicesimi Paralimpici.

Oltre alla mostra archeologica un’altra rassegna partirà dal MAXXI con opere di 19 artisti fra i quali Maurizio Cattelan, Michelangelo Pistoletto e Luigi Ontani. A Rio, il Cristo Redentore simbolo della citta’ si illuminera’ con i colori della bandiera italiana, sponsor la Pirelli, il 3 agosto “quando il premier Matteo Renzi verrà ad inaugurare Casa Italia” ha annunciato il presidente del Coni, Giovanni Malagò.

“Il Brasile – ha ricordato il capo della diplomazia italiana – attraversa un momento complicato della sua storia recente, ne siamo tutti consapevoli e gli amici brasiliani lo sono prima di tutti. Tuttavia noi sappiamo benissimo quali sono le straordinarie risorse di questa nazione: il paese di Horge Amado e del carnevale, della selecao e della grande architettura, di Rio de Janeiro una delle più belle città del mondo o di San Paolo, una delle più ‘italiane’ nel mondo dal punto di vista dei rapporti e del radicamento”. E’ anche un  paese nel quale l’Italia ha una grande fiducia. Siamo convinti che le difficoltà che sta attraversando, viste le sue risorse economiche, culturali e naturali, potranno essere superate”, ha detto il capo della Farnesina.

Per il Vice Ministro degli Esteri, Mario Giro e’ la prima volta l’Italia si propone con una programmazione integrata nella storia della sua partecipazione ai Giochi Olimpici. “Archeologia, arte contemporanea, promozione commerciale, sport, cucina, Casa d’Italia. Tutto insieme. Abbiamo pensato anche ad aiutare i nostri connazionali che saranno a Rio de Janeiro con un numero d’emergenza. Inoltre la nostra ambasciata a Brasilia, insieme al Consolato Generale di Rio e all’Unità di crisi della Farnesina, ha previsto un focus che sarà distribuito per assistere sin dalla partenza gli atleti, le loro famiglie e i connazionali che visiteranno la zona in occasione dei Giochi. L’Italia non solo c’è – ha concluso Giro – ma è unita, con tutto ciò che nel rispetto delle tradizioni e delle autonomie di ciascuno rappresenta l’eccellenza del nostro paese”.

Previste iniziative anche in Italia: il ministro per i beni culturali Dario Franceschini ha ricordato che “dal 2 agosto fino alla fine delle Olimpiadi, ogni museo dello stato italiano, e speriamo anche quelli dei comuni, darà particolare rilievo a un’opera che rappresenta lo sport, come il ‘tuffatore’ di Paestum. “È una grande opportunità per il sistema paese che non dobbiamo perdere”, ha concluso Franceschini: “Il mondo è pieno di persone che vogliono sentire, mangiare, vestire italiano. Se lavoriamo tutti insieme, potremo dare un importante contributo alla crescita del paese”. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts