Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Cooperazione giustizia penale: sì Camera Convenzione Ue

ROMA, 13 LUGLIO – La Camera dei Deputati ha approvato la ratifica della Convenzione di Bruxelles del 2000 in materia di cooperazione penale tra gli Stati dell’Ue. Con il si di oggi la Convenzione è stata ratificata definitivamente dal Parlamento italiano.

La ratifica mette le autorità giudiziarie in grado di contrastare le attività criminali transnazionali come quelle di ‘Ndrangheta o Camorra, particolarmente attive in
Spagna e Germania. “L’approvazione definitiva della legge delega di riforma del libro XI del codice penale rappresenta un passaggio storico per il nostro Paese in materia di cooperazione internazionale. In una fase in cui le minacce di carattere transnazionale sono sempre più gravi e insidiose, ritengo sia stato fondamentale aggiornare tempestivamente i nostri strumenti di cooperazione giudiziaria con gli altri Paesi”, ha detto il ministro della Giustizia Andrea Orlando.

La Convenzione velocizza le procedure di cooperazione tra i magistrati di Stati diversi, innanzi tutto prevedendo che le comunicazioni non debbano più passare
attraverso i canali diplomatici, bensì possano avvenire direttamente tra autorità giudiziarie.  Inoltre un detenuto in uno Stato potrà essere trasferito temporaneamente in un altro ogni qualvolta ciò potrà essere utile per le indagini, oppure potrà essere effettuato un interrogatorio in videoconferenza.

Viene poi previsto che due o più Stati membri possano costituire una squadra investigativa comune per lo svolgimento di indagini. In questo contesto potranno essere utilizzati agenti infiltrati o sotto falsa identità, una modalità di indagine spesso evocata nelle inchieste sulla ‘Ndrangheta in Germania. E cooperazione giudiziaria ci sarà anche nel campo delle intercettazioni telefoniche e ambientali.

La Convenzione era stata già ratificata da 24 dei 28 Paesi dell’Ue (anche la Gran Bretagna), e l’Italia era rimasta assieme a Grecia, Croazia e Irlanda a non averla ancora ratificata. Ma la Convenzione risulta in vigore nei rapporti reciproci tra gli
Stati che hanno provveduto al suo recepimento.

“La riforma renderà più snelle e più semplici le procedure e offrirà alla magistratura strumenti efficaci per contrastare il terrorismo, il crimine organizzato e tutti gli altri fenomeni criminali di carattere transnazionale”, ha commentato Orlando: “Abbiamo colmato ritardi di anni nell’attuazione di decisioni quadro dell’Unione Europea, aggiornato la nostra disciplina antiterrorismo facendone un modello a livello europeo, ratificato convenzioni internazionali in materia di terrorismo e criminalità su cui eravamo in ritardo da più di dieci anni”. (@ANSA).

 

The following two tabs change content below.

Da oltre 60 anni ANSA fornisce una copertura completa degli avvenimenti italiani ed esteri, grazie a 22 sedi sul territorio nazionale e alla presenza in oltre 79 località di 74 Paesi nel mondo.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Agenzia Ansa

Da oltre 60 anni ANSA fornisce una copertura completa degli avvenimenti italiani ed esteri, grazie a 22 sedi sul territorio nazionale e alla presenza in oltre 79 località di 74 Paesi nel mondo. Contact: Website | More Posts