Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Italia con Cuba: Mario Giro firma accordo di debit swap

L’AVANA, 13 LUGLIO – A nome del governo italiano il vice ministro degli Esteri Mario Giro ha firmato un importante accordo di debit swap con il governo cubano. “Parte del debito di Cuba con l’Italia, pari a 88,6 milioni di euro, sarà convertito in un fondo destinato a progetti strategici che coinvolgano imprese italiane. Anche questa è la cooperazione che amo, perché muove idee, entra nelle situazioni, trova soluzioni”, ha scritto Giro sulla sua pagina Facebook.

CnQArZGWEAAqVWx

L’iniziativa è stata resa possibile dall’accordo bilaterale firmato ieri tra il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano e il Governo cubano che, facendo seguito all’intesa multilaterale raggiunta lo scorso dicembre, prevede la ristrutturazione del debito di medio-lungo termine pari a 441,4 milioni di euro. L’accordo è stato firmato anche dall’amministratore delegato di SACE, Alessandro Decio, e dal vicepresidente del Consiglio dei Ministri cubano, Ricardo Cabrisas Ruiz, in occasione della missione di sistema italiana guidata da Giro assieme assieme al sottosegretario allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto.

I progetti finanziabili saranno definiti da un comitato bi-nazionale Italia-Cuba guidato dal ministero degli Esteri italiano con il supporto di SACE e dal Ministero per il Commercio Estero cubano. Giro spiega perche’ e’ un gran risultato: “Gli accordi offrono una soluzione definitiva e sostenibile alla situazione debitoria di Cuba verso l’Italia e confermano l’impegno reciproco a rafforzare le relazioni economiche tra i due Paesi in un mercato in cui il Made in Italy ha ancora molto potenziale di crescita davanti a sé”.

Il viceministro, sempre su Facebook, ha aggiunto che il suo obiettivo e’ annullare l’intero debito cubano, pari a 460 milioni di euro, da reimpiegare per lo sviluppo. “Per ora l’ho potuto fare solo in parte ma questa è la strada e c’è bisogno di tempo perché sia fatto tutto con criterio. Del resto, si è aperta una fase nuova a Cuba. L’Italia c’è. Una fase che si riverbererà positivamente sui rapporti di Washington con tutta la regione latinoamericana”. Giro ha aggiunto che Cuba sta cambiando: “Lo dimostra l’aumento dei turisti che sfiora i quattro milioni all’anno. L’accordo sulla conversione del debito è molto importante e permette a Cuba di rientrare a pieno titolo nella comunità finanziaria internazionale e liberare nuove risorse. Ma noi crediamo anche a più cooperazione culturale e di formazione. Ora stabiliremo un comitato congiunto per seguire i progetti e gli appalti.

Soddisfatto anche l’Ad di SACE Decio: “Grazie alle riforme e agli importanti passi compiuti in sede internazionale, si sta aprendo una nuova fase per le relazioni economiche con Cuba”. (@OnuItalia) 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Italia e Cuba, Giro: “Verso Corso di laurea in italiano a L’Avana”. Cinque giorni fa l’accordo di debit swap - OnuItalia

Comments are closed.