Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Intersos in Repubblica Centrafricana attiva programmi per le donne

Repubblica Centrafricana Intersos

BANGUI, 26 luglio – Un progetto per le donne della Repubblica Centrafricana, soprattutto per sostenerle dopo le violenze e per favorirne l’imprenditorialità, è attivo grazie a Intersos dallo scorso dicembre per rispondere allo stato di emergenza e dare protezione alla popolazione civile vittima di estese violazioni dei diritti umani. Il progetto di Protection Monitoring, finanziato da UNHCR, si rivolge in particolar modo alle donne vittime di violenza sessuale e discriminazione che nel paese sono tra i maggiori soggetti a rischio. Attraverso la creazione di piccoli comitati di villaggio, formati da un gruppo di volontari locali, i volontari di Intrsos svolgono attività di sensibilizzazione e monitoraggio, insegnando come identificare, riportare e seguire un caso di violazione dei diritti umani.

”La quasi totale assenza di servizi e infrastrutture nella Repubblica Centrafricana e la situazione di emergenza causata dalla guerra civile, sono stati i motivi che ci hanno spinto a realizzare un progetto di protezione al fine di garantire la sicurezza della popolazione a rischio”, spiega Francesca Matarazzi, assistente direttore regionale Intersos che ha seguito il progetto.Repubblica Centrafricana Intersos

”Sono stati creati 11 centri di ascolto nel 2016 nelle zone di Kaga-Bandoro, Ndomete, Balia, Dekoa, Mala, Kago Moyenne Sido – aggiunge – dove circa 950 persone sono state ascoltate. Abbiamo garantito sostegno economico alle famiglie e alle vittime in stato di maggiore bisogno, aiutandole ad avviare piccole attività agricole e commerciali”.

Dal 2016 circa 16473 persone hanno partecipato attivamente alle campagne di sensibilizzazione sostenute dai nostri comitati, mentre circa 118 famiglie hanno beneficiato di servizi di assistenza psicologica e sanitaria gratuita, oltre che sostegno economico per autosostenersi.

Dal 2013, a causa della guerra civile e dei conflitti interni, la Repubblica Centrafricana sta vivendo una crisi umanitaria senza precedenti. Milioni di persone sono state costrette ad abbandonare la proria casa e le donne e i bambini sono i più colpiti da questa crisi.

(@novellatop,  26 luglio  2016)

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts