Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Migrazioni: due corsi per imparare ad accogliere (anche legalmente)

Organizzati da Intersos e Associazione per gli Studi Giuridici per l'Immigrazione

MIGRAZIONI

ROMA, 28 LUGLIO –  Poiché i flussi delle migrazioni non accennano a diminuire occorre attrezzarsi nel lavoro con profughi e migranti, anche da punto di vista legale. Sono state lanciate in questi giorni due  iniziative proprio per formare persone in grado di aggiungere valore all’accoglienza.

L’Associazione per gli Studi Giuridici per l’Immigrazione apre le iscrizioni al corso di Alta Formazione per Operatori Legali Specializzati in Protezione Internazionale che si terrà a Roma. Il corso, secondo quanto comunica l’ong Cronache di Ordinario razzismo  mira a formare una figura di operatore legale specializzato nella tutela di cittadini stranieri richiedenti o titolari di Protezione Internazionale o umanitaria. L’accesso è riservato a coloro che che abbiano già conseguito un diploma di laurea in giurisprudenza o in altra facoltà umanistica oppure la qualifica di mediatore culturale o di interprete o, in alternativa che possano dimostrare una comprovata esperienza in qualità di operatore nel campo della protezione internazionale o delle migrazioni.migrazioni

Il percorso formativo intende adottare una metodologia improntata su una comunicazione non formale e altamente partecipativa, con un largo spazio dedicato a laboratori pratici con l’esame dei casi più emblematici e delle problematiche di maggiore interesse. Il corso è strutturato su 168 ore di lezioni in aula che verteranno su diritto, elementi di geo-politica, metodologia per l’identificazione e il supporto delle vittime di violenza e tortura, tecniche di preparazione del richiedente all’audizione in Commissione territoriale, teorie e pratiche della mediazione culturale, laboratori relazionali.

La formazione è a numero chiuso per un massimo di 40 iscritti, avrà durata di 6 mesi, dal 21 ottobre 2016 al 6 maggio 2017 e si articolerà in 14 moduli (28 incontri). Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione ASGI a quanti avranno seguito almeno il 75% del percorso formativo e avranno superato la prova di verifica prevista. Per iscriversi è necessario compilare la domanda online i iscrizione entro le ore 12,00 del 20 ottobre 2016.

L’organizzazione umanitaria Intersos, a sua volta,  terrà un corso di base per operatori umanitari in Italia, volto a far acquisire capacità operative negli interventi nel contesto delle migrazioni, realtà in costante mutamento. Si tratta di un’azione formativa di valorizzazione e potenziamento del capitale umano delle Organizzazioni No Profit impegnate nelle azioni di protezione e advocacy delle persone migranti.

Migrazioni

Un barcone di migranti
ANSA / ETTORE FERRARI

Il corso si svolgerà il 7- 8 ottobre e 21-22 ottobre (3 giorni in aula e un giorno di visita sul terreno) nella Sede INTERSOS di  Roma ed è rivolto ad operatori del private/sociale,  Studenti universitari/neolaureati interessati a lavorare sulla salute dei migranti nell’ambito degli enti no profit e della collaborazione tra Istituzioni e no profit.
I moduli proposti saranno finalizzati a fornire un’analisi multidisciplinare di varie linee tematiche legate alla migrazione e all’asilo: Partenza, viaggio, accoglienza e integrazione – focalizzazione sullo studio della problematica del confine, delle rotte percorse dai richiedenti asilo per arrivare in Europa, delle operazioni di Ricerca e Salvataggio nel Mediterraneo; Analisi dei contesti legali e normativi della migrazione e dell’asilo sia a livello italiano che europeo; elaborazione di un lessico e di un approccio che mette al centro il tema dell’integrità della persona migrante/ e vulnerabile; approfondimento della conoscenza dei principali modelli di intervento rivolti al target migrante; Parallelamente ai moduli teorici, il programma includerà incontri con operatori impegnati nell’accoglienza e visite sul campo grazie alle quali i partecipanti avranno l’opportunità di conoscere alcuni dei servizi per migranti sul territorio romano. (MNT)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts