Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Riforma Consiglio Sicurezza: Italia, a nome del gruppo UfC, chiede flessibilità e compromesso

NEW YORK, 27 Luglio – “Flessibilità e compromesso da parte di tutte le delegazioni possono portare l’Assemblea Generale a produrre una riforma consensuale e sostenibile del Consiglio di Sicurezza. A tal fine, assicuriamo la nostra piena cooperazione”, ha detto l’ambasciatore Inigo Lambertini nel corso di un incontro a New York sulla rappresentanza equa e l’aumento del numero dei membri del Consiglio di Sicurezza, parlando a nome del gruppo Uniting for Consensus.

Nel corso della riunione, gli Stati Membri hanno deciso di continuare il processo di negoziazione intergovernativa durante le riunioni plenarie informali dell’Assemblea Generale (71° sessione), come previsto da tutte le precedenti decisioni dell’Assemblea Generale.

“Il gruppo Uniting for Consensus ha ribadito che identificare le ampie convergenze tra gli Stati membri, in particolare sui principi e sui criteri  della riforma, è un esempio del percorso consensuale necessario per ottenere risultati concreti. Per le questioni centrali e le aree in cui le divergenze persistono, chiediamo flessibilità e compromesso per raggiungere una convergenza”, ha detto Lambertini. Deluso, per l’esito del negoziato della 70esima Assemblea Generale, il cosiddetto G4, il gruppo composto da India, Giappone, Brasile e Germania che aspirano a un seggio permanente: “E’ un peccato che il 70simo anniversario dell’Onu non sia riuscito a dare la spinta per un accordo così’ importante nell’agenda dell’Assemblea Generale”, hanno indicato i quattro Paesi in un comunicato congiunto.

Uniting for Consensus è un gruppo di Paesi che si oppongono, nel nome della trasparenza e della responsabilità, ad ogni espansione del numero di membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, sostenendo che non sarebbe nell’interesse degli Stati membri. Il gruppo, che si è evoluto dal “Coffee club” degli anni 1990 creato da Italia, Messico, Egitto e Pakistan, è stato lanciato nel 2005, chiedendo il consenso di una maggioranza schiacciante e trasversale degli Stati membri nell’interesse di ciascuno e dell’Organizzazione. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts