Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Migranti: Ue approva 3,2 milioni a Italia per soccorsi in mare

3.400 salvati nel Mediterraneo al largo della Libia solo nella giornata di ieri

Pozzallo migranti

BRUXELLES/ROMA, 30 LUGLIO – La Commissione Ue ha assegnato 11 milioni di euro in fondi di emergenza a Grecia e Italia per gestire la crisi dei migranti, nell’ambito dei Fondi sicurezza (Isf), per rafforzare la capacità di accoglienza e registrazione in Grecia, e sostenere le attività di ricerca e salvataggio in mare dell’Italia. All’Italia vanno in tutto 3,2 milioni di euro per i soccorsi inn mare, undici milioni alla Grecia. Ieri intanto una nuova ondata migratoria e’ partita dalla Libia.

Più nello specifico  2,2 milioni di euro vanno alla Guardia costiera per le provviste di cibo a bordo delle navi per i migranti soccorsi, ed aiuterà a finanziare i costi del personale che lavora su navi e centri di coordinamento: nella sola giornata di ieri la Centrale operativa ha coordinato 34 interventi di soccorso, che hanno consentito di salvare oltre 3.400 persone. Un milione di euro va alla Marina, per sostenere l’acquisto di equipaggiamento e tute di protezione, per condurre in sicurezza gli screening medici dei migranti dopo salvataggio. Questa misura porta a 24,5 milioni di euro i fondi Amif e Isf mobilitati dalla Commissione Ue dal 2015 per l’Italia, cifra che si aggiunge ai 592,6 milioni di euro già allocati all’Italia nell’ambito dei programmi 2014-2020 (347,7 milioni di euro da Amif e 244,9 milioni da Isf).
Intanto i salvataggi: i migranti partiti dalla Libia erano a bordo di 28 gommoni e sei piccole
imbarcazioni, intercettate tra le 30 e le 40 miglia a nord delle coste africane. Agli interventi di recupero dei migranti hanno partecipato navi della Guardia Costiera e della Marina Militare, una nave inglese inserita nel dispositivo Eunavformed, una nave irlandese e i mezzi delle organizzazioni umanitarie Moas, Sos Mediterranee, Jugend Rettet, Sea Watch e Sea Eye.
The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts