Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

E-Government: Italia al 22 posto nel mondo secondo rapporto ONU

NEW YORK, 2 AGOSTO – L’Italia continua ad avanzare nella classifica mondiale dei paesi con il piú alto indice di sviluppo di E-Government. Lo certifica l’ultimo rapporto dell’Ufficio Economico e Sociale dell’ONU (UNDESA) che vede il Paese al 22esimo posto nella classifica generale con un ottavo posto per quanto concerne l’E-partecipation.

L’Europa e’ nel complesso ai primi posti per E-Government con la Gran Bretagna leader mondiale del 2016. Il Regno Unito scavalca la Corea del Sud, nazione prima in classifica  nelle ultime 3 edizioni dello United Nations E-Government Survey e che oggi si posiziona solo terza dopo l’Australia. A livello regionale, lo studio rileva come l’Europa continui a guidare il processo di innovazione del governo digitale nel mondo, seguita dalle Americhe, guidate dagli Usa, l’Asia e l’Oceania; fanalino di coda resta l’Africa, ancora fortemente penalizzata da un diffuso divario infrastrutturale, da un basso livello di istruzione generale e da una leadership poco sensibile all’innovazione ed alla valorizzazione del capitale umano: tra i Paesi africano il meglio piazzato sono le Mauritius che restano tuttavia al 58/mo posto globalmente.

Rispetto alla classifica del 2014, l’Italia ha guadagnato una ulteriore posizione nel ranking mondiale e ben 11 posizioni per quanto concerne l’E-Partecipation ovvero la partecipazione attiva dei cittadini per il tramite del governo elettronico. Prodotto ogni due anni dalle Nazioni Unite, L’E-Government Survey é la sola pubblicazione al mondo che da oltre 15 anni fornisce un’istantanea sul grado di sviluppo digitale di tuti i 193 governi aderenti all’ONU. Tema principale per questa ultima edizione é la sostenibilitá e come il governo digitale – se applicato a pieno nei suoi principi fondamentali- abbia tutte le potenzialitá per contribuire all’attuazione dell’Agenda ONU 2030 e dei sui relativi 17 obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile.

“L’E-government Survey, mostra a livello globale un trend positivo dello sviluppo digitale nel mondo. Paesi da tutte le parti della terra sempre di piú vedono nell’innovazione e nell’utilizzo dell’ICT (Information and comunication Technology) uno strumento per offrire servizi pubblici sempre piú avanzati e per coinvolgere i cittadini nel processo decisionale dei Governi”, si legge nella prefazione. “Il rapporto chiaramente evidenzia come si stia diffondendo nel mondo una crescente domanda di servizi orientati al cittadino, sempre piú personalizzati e che riflettono le esigenze individuali;  cosi come una legittima aspirazione della gente di essere maggiormente coinvolta nella progettazione e nella fornitura dei servizi. Queste nuove esigenze di fatto stanno trasformando il modo di concepire il settore pubblico e di come esso debba operare”. Allo stesso tempo, il rapporto evidenzia come permangano forti disparità interne alle nazioni e tra paesi: “La ridotta e non omogena accessibilitá alle varie tecnologie, la povertà diffusa e l’evidente aumento di disuguaglianze economico-sociali tra i popoli e tra la gente, impedisce di fatto di beneficiare appieno del potenziale del e-government quale strumento a supporto della agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”.

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

3 Comments on E-Government: Italia al 22 posto nel mondo secondo rapporto ONU

  1. onuitalia 24 tv o radio

  2. io mi devo postulare per lavorare nella zona di africa come observatorio Romeo Ngantcha kemajou

Comments are closed.