Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Ambiente: da oggi l’umanità è ”in debito” ecologico, consumiamo troppo

Ambiente

ROMA, 9 AGOSTO – Ieri per il mondo è scattato l’Overshoot Day, il giorno in cui la domanda annuale dell’umanità di risorse naturali supera quelle che l’ambiente Terra può produrre nell’intero anno. Da oggi quindi stiamo utilizzando più risorse naturali di quelle che la natura può rigenerare perché abbiamo immesso più anidride carbonica nell’atmosfera di quanto gli oceani e le foreste siano in grado di assorbire, e abbiamo depredato  zone di pesca e  foreste più velocemente di quanto possano riprodursi e ricostituirsi. In realtà, per soddisfare i nostri bisogni di risorse ecologiche avremmo bisogno di 1,6 pianeti grandi quanto la Terra. Ambiente

E’  dagli anni Settanta che abbiamo iniziato a consumare più risorse di quelle che la Terra riesce a fornirci durante l’anno.

Queste sono alcune cifre dell’impatto sulla Terra che l’umanità ha lasciato negli ultimi 40 anni:
• + 95% l’aumento della popolazione mondiale dal 1970;
• -52% in media di specie di vertebrati in meno dal 1970;
• il 60% della nostra impronta ecologica è prodotta dal carbonio;
• 1,6 i pianeti come la Terra necessari per mantenere questi livelli di consumo.

Le emissioni di carbonio sono il più fattore che più incide a formare questo deficit ecologico, tanto da costituire il 60% del nostro impatto ecologico sul pianeta e dal 1970, secondo i dati forniti dal WWF, abbiamo più che duplicato le emissioni di carbonio nell’atmosfera. Durante la COP21 di Parigi, più di 200 Paesi si sono dati l’obiettivo di ridurre gradualmente le emissioni di carbonio per arrivare a zero nel 2050, poiché si ritiene ormai l’unica strada possibile se per la sopravvivenza del pianeta. Ambiente

Ma alcuni paesi stanno raccogliendo la sfida: il Costa Rica ha generato il 97 % della sua elettricità da fonti rinnovabili nel corso dei primi tre mesi del 2016, ma anche in Europa ci sono esempi positivi, come Portogallo, Germania e Gran Bretagna che quest’anno sono stati capaci di soddisfare il 100% della loro domanda di energia elettrica attraverso fonti rinnovabili, anche se solo per diversi minuti o, come nel caso del Portogallo, per diversi giorni.
E l’Italia?  Il nostro Paese è in forte deficit ecologico e le considerazioni dell’organizzazione ambientalisti sono malinconiche: è stato calcolato che se la popolazione di tutto il mondo vivesse come i cittadini italiani sarebbero necessari 2,7 pianeti come la Terra, e per continuare a mantere questi livello di consumo avremmo bisogno di 4,3 Paesi grandi quanto l’Italia.

(@novellatop,  9 agosto 2016)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts