Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Palestina: pannelli solari per sostenere la resilienza dei beduini in Area C

GERUSALEMME, 20 AGOSTO – Sono stati installati presso la comunità beduina di Zamba in località Za’ayyem, nella delicata area E1 a est di Gerusalemme, dove vivono 129 persone (70% minori), 6 pannelli fotovoltaici collegati a sistemi di refrigerazione e 31 pannelli solari portatili. I 6 pannelli fotovoltaici garantiranno alla comunità, che vive sostanzialmente di allevamento e vendita di prodotti caseari, un accesso continuativo all’elettricità per preservare le proprie fonti di sostentamento tradizionali, mentre gli altri 31 pannelli portatili daranno loro la disponibilità di luce nelle ore notturne.

zaayyem_02A Zamba vivono circa 29 famiglie. Le donne lavorano per la comunita’, si occupant del bestiame e dei bambini mentre gli uomini lavorano per il vicino insediamento ebraico di  Ma’ale Adumim come spazzini o nelle pulizie, mestieri sottopagati e illegali per i coloni ebrei. La loro vita quotidiana e’ precaria perche’ rischiano ogni giorno il trasferimento forzato se dovessero partire le costruzioni nella controversa area E1 della periferia di Gerusalemme: in teoria potrebbero assicurare continuita’ tra la citta’ che Israele considera capitale e l’insediamento.

zaayyem_06L’iniziativa dei pannelli solari, del valore di 15.000 euro, è stata realizzata con un contributo in parti uguali da parte della sede AICS di Gerusalemme, mediante fondi in gestione diretta, e della ONG Terre des Hommes, grazie a economie di spesa sul budget del progetto “Attivazione e potenziamento dei servizi psicosociali e dei meccanismi di protezione a favore dei bambini di Wadi Qaddoum, Sheikh Saad e Zaayyem”, realizzato nel quadro del programma di emergenza “Iniziativa di emergenza per il rafforzamento delle capacità di resilienza della popolazione palestinese nella Striscia di Gaza, nell’Area C della Cisgiordania e a Gerusalemme Est – AID 10487”.

Il progetto intende contribuire a rafforzare la capacità di resilienza di comunità palestinesi in condizioni di fragilità attraverso la fornitura di servizi essenziali e psicosociali a circa duemila persone, di cui circa il 48% di bambini tra i 3 e 10 anni, che vivono in Area C e a Gerusalemme Est, presso le comunità di Wadi Qaddoum, Zaayyem e Sheikh Saad.

L’azione, realizzata da Terre des Hommes Italia in stretta collaborazione con 3 scuole pubbliche delle suddette comunità, prevede la realizzazione di otto spazi inclusivi protetti a misura di bambino (Child Friendly Space), facilitando così il benessere psicofisico dei beneficiari; lo svolgimento di attività di sensibilizzazione sulla protezione dei minori e sui rischi a cui sono esposti (sviluppo del bambino, life skills, igiene, pronto soccorso, nutrizione, capacità genitoriali, protezione); la distribuzione di materiale educativo e la fornitura di servizi essenziali (allacciamento a fonti elettriche e idriche; latrine mobili; kit di pronto soccorso; set impermeabili) che possano migliorare le condizioni di vita della comunità in una delle zone più sensibili della Palestina. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts