Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

#IOnascoconTe: un euro per ogni selfie, Io Donna e Morellato accanto a Medici con l’Africa Cuamm

dona un parto assistito nell’Africa sub-Sahariana

PADOVA 7 SETTEMBRE – Dona un parto assistito in Africa: e’ facile. Prende il via in questi giorni un’iniziativa di Io Donna e Morellato a favore di Medici con l’Africa Cuamm: #IOnascoConTe e’ una campagna per sensibilizzare e raccogliere fondi per garantire un parto sicuro alle donne africane.

Per ogni selfie postato su Instagram e su Twitter, con la scritta #IOnascoConTe, Morellato donerà 1 euro al Cuamm per il suo impegno nell’assistenza alle donne che devono partorire. Bastano 40 euro per sostenere un parto assistito e più sicuro in uno dei quattro ospedali del Cuamm in Africa.

A fronte dell’emergenza terremoto, l’impegno raddoppia: Io Donna e Morellato, alla luce dei tragici avvenimenti che hanno colpito il centro Italia, devolveranno un’ulteriore somma di pari importo a sostegno delle popolazioni vittime del terremoto.

Per informazioni e per scaricare il cartello #IOnascoConTe: http://www.iodonna.it/speciali/cuamm/ oppure www.mediciconlafrica.org

Prima-Mamme-Bambini

“Siamo grati a Io Donna e Morellato per questa iniziativa a favore del Cuamm e del nostro impegno per le mamme e i bambini africani “. ha detto don Dante Carraro, direttore di Medici con l’Africa Cuamm: “Il senso di questa campagna sta nell’hashtag scelto: c’è il tema della nascita che richiama il nostro progetto ‘Prima le mamme e i bambini’ che da 5 anni stiamo realizzando in Africa sub-Sahariana per garantire un parto sicuro e gratuito a tante donne. Allo stesso tempo, richiama il tema della ri-nascita, dell’avere fiducia nell’altro, della capacità del nostro paese di alzarsi anche dopo un dramma come quello del terremoto in Centro-Italia”.

Ogni anno, nel mondo, muoiono 330 mila donne per complicazioni legate alla gravidanza o al parto, con l’85% dei casi concentrati tra Africa sub-Sahariana e Asia meridionale. Lo sanno bene gli operatori di Medici con l’Africa Cuamm, impegnati negli ospedali di Chiulo (Angola), Wolisso (Etiopia), Aber (Uganda) e Tosamaganga (Tanzania) attraverso il Progetto “Prima le mamme e i bambini” e in altri 10 ospedali del continente. In Africa i centri sanitari si trovano a giorni di cammino, i parti avvengono in casa in condizioni igieniche e sanitarie precarie, l’assistenza al parto, quindi, può fare la differenza tra la vita e la morte di mamma e figlio.

 Io Donna e Morellato appoggiano il progetto del Cuamm in modo concreto e fattivo: fino a domenica 2 ottobre, sarà possibile postare sui propri social Instagram e Twitter un selfie con il cartello #IOnascoConTe, scaricabile dai siti di Io donna, Morellato e Cuamm o disegnandolo su un foglio di carta, e invitare altri tre amici a fare lo stesso. (@OnuItalia)

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts