Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Dopo Ban Ki-moon: fonti, Bulgaria pronta a candidatura Georgieva

SOFIA/NEW YORK, 11 SETTEMBRE – Con la direttrice dell’UNESCO Irina Bokova ferma al quinto posto tra i candidati alla successione di Ban Ki moon, il governo della Bulgaria avrebbe deciso di designare il vicepresidente della Commissione europea Kristalina Georgieva come candidata ufficiale di Sofia per la carica di segretario generale delle Nazioni Unite. Lo scrive il sito Mediapool citando fonti di governo secondo cui l’annuncio ufficiale potrebbe avvenire già la prossima settimana.

La nomina della Georgieva dovrebbe essere preferita a quella della Bokova, designata ufficialmente lo scorso anno dal governo di Sofia. L’inversione di rotta, fanno sapere le stesse fonti, sarebbe stata decisa dopo che i governi di Ungheria, Lettonia e Croazia, con il sostegno della Germania, avrebbero deciso di appoggiare il nome della vicepresidente della Commissione europea. Lo scenario ha ricevuto l’imprimatur del presiedente della Commissione UE Jean Claude Junker. L’eventuale nomina della Georgieva alla carica di segretario generale delle Nazioni Unite “sarebbe una grande perdita” per la Commissione ma allo stesso tempo avremmo “un forte segretario generale” che renderebbe orgogliosi “molti cittadini europei” e si tratterebbe di “un segnale forte per la parità di genere”, ha ha dichiarato oggi Martin Selmayr, capo di gabinetto di Junker in un tweet pubblicato oggi sul suo profilo ufficiale Twitter.

L’ultimo (e quarto) voto informale del Consiglio di Sicurezza sul dopo Ban si e’ tenuto il 9 settembre. L’ex premier portoghese ed ex Alto Commissario per i Rifugiati Antonio Guterres resta in testa. Guterres ha ottenuto 12 “incoraggiamenti”, due “scoraggiamenti” e un “nessuna opinione”.

Guterres e’ rimasto in testa fin dall’inizio pur non appartenendo all’area dell’Europa dell’Est a cui, per rotazione informale tra gruppi regionali, dovrebbe spettare la successione di Ban, e pur essendo un uomo: negli ultimi mesi la prospettiva di avere una donna alla testa del Palazzo di vetro dopo otto segretari generali pareva avesse preso il volo.

Come nel terzo “straw poll” al secondo posto si e’ classificato lo slovacco Miroslav Lajčák (10, 4, 1) aggiungendo un incoraggiamento e perdendo uno scoraggiamento. Terzo il serbo Vuk Jeremić, quarto il macedone Srgjan Kerim (8, 7, 0) che ha trasformato due agnostici in altrettante opinioni positive.  Il prossimo voto informale del Consiglio e’ previsto il 26 settembre dopo la sessione per capi di Stato e di governo dell’Assemblea generale, una sequenza che potrebbe portare a nuovi movimenti. La Bokova ha ottenuto sette “incoraggiamenti”, cinque “scoraggiamenti” e un “nessuna opinione” seguita dallo sloveno Danilo Türk (7, 6, 2), dall’argentina Susana Malcorra (7, 7, 1). Ottava l’amministratrice di UNDP ed ex premier neozelandese Helen Clark mentre Christiana Figueres del Costarica ha guadagnato tre “si” (5, 10, 0). (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts