Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Sport e inclusione: Unicef, in campo calciatori non vedenti e le star del Barcellona

Unicef

MADRID,  12 SETTEMBRE – In occasione dei Giochi Paralimpici in corso a Rio de Janeiro, è stato girato un nuovo video che vede cinque giocatori del Barcellona – Messi, Busquets, Masip, Rakitic e Roberto – giocare bendati con la Nazionale spagnola non vedente di calcio a cinque. Il video è stato pensato nell’ambito della collaborazione tra UNICEF, Fondazione Barcellona e Comitato Internazionale Paralimpico, volta a dimostrare come lo sport abbia il potere di creare pari opportunità e inclusione.

Unicef

Ronaldino

”I Giochi Paralimpici sono la prova che è la capacità, e non la disabilità, a definire ciò che una persona può realizzare. Questo video mostra che non dovrebbero esserci limiti a ciò che un bambino può aspirare a fare nello sport, a scuola o nella vita”, ha detto il Direttore UNICEF Anthony Lake, aggiungendo: ”L’UNICEF è orgogliosa di lavorare a fianco del nostro amato “Barça” per dare a tanti  bambini la possibilità di giocare, di imparare e di sfruttare al meglio le proprie capacità. E quindi, di migliorare la loro vita”.

”Questo video mostra le capacità e la bravura dei calciatori non vedenti nel misurarsi con i loro idoli” ha sottolineato il presidente del Comitato Internazionale Paralimpico Sir Philip Craven. ”È evidente dal comportamento dei giocatori del Barcellona  quanto sia difficile giocare senza poter vedere. Questo deve farci riflettere su quanto sia impressionante la bravura dei giocatori non vedenti di calcio a 5, e l’accuratezza che occorre quando si tira  un calcio di rigore senza possedere uno dei sensi più importanti”. ”Siamo fiduciosi – ha aggiunto –  che ciò serva a far capire ai giovani di tutto il mondo che anche loro possono fare cose incredibili, e che hanno lo stesso diritto di giocare come chiunque altro”.

Unicef

Messi

Questa settimana segna il 10° anniversario della partnership tra UNICEF e Barcellona. In questo decennio, la partnership ha beneficiato, con l’accesso all’istruzione, allo sport e al gioco, oltre un milione di bambini che altrimenti rischierebbero di rimanere esclusi. Ne fa parte anche il programma “Open Doors”, che opera in 15 città del Brasile per promuovere l’integrazione scolastica di ragazzi e ragazze con disabilità.
”Qui alla Fondazione Barcellona ci proponiamo di estrarre tutto il potenziale dello sport come strumento di inclusione, e in particolare per i bambini con disabilità. Il progetto “Open Doors”, attivo in Brasile in collaborazione con l’UNICEF e con l’istituto “Rodrigo Mendes”, ha stabilito nuovi standard in questo campo” ha rilevato il vicepresidente della Fondazione Barcellona, Jordi CardonerUnicef

”Siamo intenzionati a continuare a impegnarci in progetti come questo, che traducono concretamente la nostra filosofia e contribuiscono a costruire una società più giusta e più inclusiva per i bambini più vulnerabili” ha aggiunto.

I cinque giocatori del Barcellona che hanno preso parte al video sono Sergio Busquets, Jordi Masip, Lionel Messi, Ivan Rakitic e Sergi Roberto.I giocatori della nazionale spagnola di calcio a 5 sono: Pedro Gutierrez León, José Luis Giera Tejuelo, Javier Alvaro Ruiz, Francisco Javier Pérez Muñoz, Marcelo Rosado Carrasco e Sergio Cano Rodríguez.

(@novellatop, 12 settembre 2016)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts