Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

I gommoni di Ai Weiwei a Palazzo Strozzi: a Firenze installazione “Reframe” fa discutere

FIRENZE, 14 SETTEMBRE – Si chiama “Reframe” l’installazione preparata dal cinese Ai Weiwei, fra i più celebrati e discussi artisti contemporanei.  22 gommoni sono stati collocati, come “nuove cornici” – da qui il titolo dell’opera – delle bifore del secondo piano di Palazzo Strozzi a Firenze, capolavoro dell’architettura rinascimentale. Il significato dell’iniziativa e’ di richiamare l’attenzione internazionale sulla irrisolta questione dei migranti. “Un problema attuale, davvero legato alla contemporaneità”, ha spiegato Ai Weiwei, che ha poi precisato: “Il mio lavoro riguarda sempre l’umanità di oggi”.

Il dissidente cinese ha passato mesi nell’isola di Lesbo e poi in giro per il Mediterraneo per vedere con i propri occhi il dramma dei migranti: una sua foto, steso sulla spiaggia nella posa del bimbo annegato Aylan curdi ha fatto molto discutere. Così come ha fatto discutere “Reframe”, ancor prima dell’inaugurazione: ptra scettici, che ritengono quei gommoni così ingombranti un oltraggio ad uno dei simboli della città, e chi invece apprezza la novità e esalta il valore politico dell’iniziativa.

I social network, anche stavolta, hanno da cassa di risonanza del dibattito. La pagina Facebook di Palazzo Strozzi, in particolare, è stata invasa dai commenti dei cittadini fiorentini e non solo all’iseana del grido: “Scempio“, “orrore”, “vandalismo e deturpazione”. “Calma, calma. L’arte contemporanea fa discutere sempre, è questo il suo scopo, ma non accetto il linguaggio volgare e violento che alcuni di voi stanno usando”, ha replicato sempre su Fb il sindaco Dario Nardella: “Ai Weiwei è uno degli artisti più importanti nel panorama internazionale e quest’installazione temporanea può piacere o meno, ma non merita certi commenti da sagra della polemica che ritengo inutilmente offensivi”. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts