Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

World Food Day 2016: Corri a Roma per #ZeroHunger

ROMA, 26 SETTEMBRE – Corri a Roma per #ZeroHunger. I fondi raccolti dalla Zero Hunger Run, in programma nella capitale il 16 ottobre, andranno a finanziare un progetto della FAO in Uganda settentrionale, che ha l’obiettivo di formare le competenze degli insegnanti e degli studenti della scuola secondaria per far fronte al cambiamento climatico. Il progetto mira a migliorare la nutrizione, aumentando la consapevolezza e le pratiche di adattamento ai cambiamenti climatici, oltre ad incrementare i redditi.

Nella scuola verrà creato un giardino che verrà utilizzato come luogo di apprendimento per la produzione di colture ‘facili da gestire’, come le verdure ad alto valore nutritivo. Verranno distribuiti semi ad altre 10 scuole perché possano implementare i propri giardini. Gli insegnanti verranno formati da personale del progetto, e vi saranno dimostrazioni sulla conservazione e la valorizzazione del suolo, dell’acqua, e della fertilità. Agli studenti verranno fornite tecnologie come l’irrigazione, perché possano replicarne le pratiche nei giardini delle loro scuola.

Il 16 ottobre e’ la Giornata Mondiale dell’Alimentazione: quale modo migliore di segnare la data che con una corsa competitiva di 10 chilometri o non competitiva di 5 lungo le strade della Capitale? La manifestazione di raccolta fondi, realizzata dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), il Programma alimentare mondiale (WFP) e Bioversity International – con i partner tecnici Gruppo Sportivo Bancari Romani – ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di mettere fine alla fame. Si partirà’ dalle Terme di Caracalla, vicino al quartiere generale dell’agenzia Onu per l’alimentazione. La gara e relativa passeggiata ha anche il sostegno di Roma Capitale, il personale della FAO Coop, e vari altri partner.

Precedentemente battezzato “Run for Food” e poi “Hunger Run”, l’evento è stato rinominato per ricordare l’impegno preso da 193 paesi membri dell’ONU sull’Agenda per lo sviluppo sostenibile e la promessa di porre fine alla fame entro il 2030. Con questo nuovo nome, si vuole inviare un forte messaggio al pubblico: possiamo eliminare la fame nella nostra generazione e diventare la Generazione Fame Zero, ma tutti devono lavorare insieme per il raggiungimento di questo obiettivo. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts