Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Consiglio Ambiente, Galletti: Italia tra virtuosi, rivedere oneri e flessibilità

LUSSEMBURGO, 17 OTTOBRE – “L’Italia è tra i Paesi più virtuosi in termini di riduzione delle emissioni, grazie alle politiche e alle misure che abbiamo messo in atto nel periodo 2013-2020. Vogliamo mantenere tutti gli impegni presi. L’accordo di almeno il 40% di riduzione di CO2 entro il 2030 è irrinunciabile”. Per raggiungerlo, “l’Europa insieme faccia di più. Questa proposta finisce per aiutare i paesi che fino ad oggi non sono stati virtuosi, e questo è inaccettabile. Chiediamo che i nostri sforzi siano riconosciuti”. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti al Consiglio Ambiente a Lussemburgo.

“Siamo pronti a fare la nostra parte”, ha detto Galletti discutendo con gli omologhi europei la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra provenienti da settori non coperti dal sistema europeo di scambio di quote di emissioni (ETS). Per il ministro, la proposta legislativa relativa ai settori non-ETS presentata dalla Commissione “non riflette il principio di equità affermato nel Consiglio europeo dell’ottobre 2014, così come il principio di convergenza delle emissioni pro-capite”.

“Forti perplessità” sono state avanzate rispetto alla “metodologia di distribuzione degli oneri tra gli Stati membri” e sull’introduzione della “flessibilità del settore agroforestale (LULUCF), così come strutturata nella proposta Effort Sharing: “Crediamo che non premi i Paesi con una migliore gestione agricola ed appare così nuovamente non equa in termini di distribuzione del target Occorre quindi che si tenga conto, nella distribuzione di questa flessibilità, anche dell’effettivo contributo emissivo assoluto di ogni Stato membro rispetto alle emissioni agricole europee”.

L’auspicio è che “il lavoro vada avanti tenendo conto delle osservazioni che facciamo alla proposta della commissione”, Galletti ha detto alla stampa, sottolineando che l’Italia vuol fare la sua parte: “Siamo tra i Paesi con emissioni pro-capite più basse in Europa, tra i Paesi più efficienti a livello globale, e tra i Paesi con una maggiore percentuale di produzione di energia da fonti rinnovabili in Europa e forse nel mondo”.

L’intervento del minsitro è disponibile qui. (AS)

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts