Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Chef Cracco con CharityStars: risultati concreti da aste benefiche vip

Il noto chef ha partecipato a un evento organizzato a Milano da CharityStars, piattaforma innovativa di fundraising fondata da un gruppo di giovani

Lo chef Carlo Cracco

MILANO, 17 OTTOBRE – “Le aste benefiche sono una rincorsa straordinaria per aiutare gli altri, con risultati concreti”. Lo ha detto il noto chef Carlo Cracco questa mattina a Milano, in un evento organizzato da CharityStars, innovativa piattaforma italiana di raccolta fondi a scopo benefico.  Nata nel 2013 per iniziativa di un gruppo di giovani,  CharityStars (http://www.charitystars.com/?lang=it) mette all’asta memorabilia ed esperienze con i personaggi famosi. Tra questi il calciatore Lionel Messi, la cui maglietta firmata è arrivata a 10.500 euro, o il campione di motociclismo Valentino Rossi, che con la sua Yamaha autografata ha raggiunto 33mila euro. charity3

Quando si realizzano eventi a fini benefici, “nessuno si aspetta cose straordinarie”, come se donare fosse “normale” ma i risultati sono concreti, evidenzia nel suo intervento lo chef, sostenitore di CharityStars, noto per i programmi tv MasterChef Italia e Hell’s Kitchen Italia, che nel febbraio 2014 ha dato vita, insieme a una socia, al bistrot “Carlo e Camilla”, che prende il nome da una vecchia segheria milanese rinnovata, trasformata in un ristorante. Cracco ha anche una collaborazione consolidata con la campagna “Ricette per il cambiamento” dell’IFAD. per conto dell’agenzia dell’Onu per lo sviluppo in agricoltura ha cucinato sia in Cambogia che in Marocco.

Carlo Cracco in Cambogia

Carlo Cracco in Cambogia

Il gruppo CharityStars ha finora raccolto un totale netto 400.000.000 a favore di 350 associazioni no profit, tramite aste online, estrazioni, vendite di oggetti/cimeli nel campo di sport, arte e spettacolo. Con 11.300 aste organizzate finora in Italia e nel Regno Unito, ma soprattutto online, CharityStars si rivolge, attraverso il sito multilingue, anche ai cittadini privati che possono mettere all’asta i  proprie beni di valore a fini benefici. In collaborazione con l’associazione “Amici di Sean”, CharityStars è stata sostenuta anche dal tennista spagnolo Rafael Nadal, da Benedetta Parodi e DJ Albertino, raccogliendo un totale di 25mila euro. Particolarmente attiva anche la sezione Arte che, a fini benefici, punta sulla vendita di opere artistiche: nell’ottobre del 2015 è stata creata una campagna con Watts Gallery che ha donato decine di opere messe all’asta da CharityStars.

(@francesmorandi, 17 ottobre 2017)

The following two tabs change content below.

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l’agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all’Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Francesca Morandi

Dal 2000 sono giornalista, ho iniziato con un internship per l'agenzia di stampa americana Dow Jones, passando per una breve esperienza all'Ansa a Londra, e tanti anni nelle redazioni milanesi di quotidiani, giornali online e agenzie di stampa. Per me il giornalismo è un servizio, soprattutto per chi non ha voce. Contact: Website | More Posts