Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

UNESCO: Gentiloni, risoluzione luoghi sacri assurda, ora ha meno consensi

ROMA, 22 OTTOBRE – La negazione da parte dell’Unesco del legame tra ebraismo e luoghi sacri di Gerusalemme è assurda, ma si ripete da anni. Ma sono in aumento i Paesi che sono passati dal sì all’astensione. Così il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni in un’intervista al Corriere della Sera. E sull’astensione dell’Italia: «Ne ho parlato con Renzi, alla prossima occasione, in aprile, cambieremo il nostro atteggiamento». Sulla Russia: «Le sanzioni non possono essere un paravento per nascondere le difficoltà».

Il Corriere ha chiesto a Gentiloni di spiegare le ragioni dell’astensione: «La negazione da parte dell’Unesco del legame tra ebraismo e luoghi sacri di Gerusalemme è assurda, ma si ripete da anni. È l’undicesima volta che l’Italia si astiene. La discussione fra le diplomazie è se il modo migliore di contrastare questa assurdità sia di cercare di ridurre l’area di consenso a questa posizione, strada seguita fin qui dall’Italia, ovvero, come fanno Stati Uniti, Gran Bretagna e Germania, se sia meglio testimoniare la propria contrarietà”.

Il ministro ha ricordato che quest’anno per la prima volta i Paesi astenuti sono più di quelli a favore: 27 a 23, con 6 voti contrari. “Rispetto alla precedente votazione una decina di Paesi, fra i quali Francia e Svezia, sono passati dal sì all’astensione. Mi rendo conto che questo calcolo diplomatico non è stato capito e che la scelta di voto abbia ferito la sensibilità di molti. Ne ho parlato con Renzi, alla prossima occasione, in aprile, cambieremo il nostro atteggiamento».

Se il titolo del Corriere ha provocato una precisazione della Farnesina (“Il ministro non ha mai definito quel voto un successo come si legge a pagina 3”), l’intervista non ha convinto le opposizioni. Il senatore di FI Lucio Malan ha definito “grottesco” l’atteggiamento del governo e ha chiesto che Gentiloni venga a riferire in parlamento. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts