Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

FAO e ISTAT: statistiche cruciali per obiettivo #FameZero nel 2030

ROMA, 26 OTTOBRE – Paesi e organizzazioni internazionali devono compiere “enormi” sforzi per migliorare le capacità statistiche nazionali e aumentare gli investimenti per monitorare i progressi verso il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo 2030 ha detto il Direttore Generale della FAO, José Graziano da Silva, inaugurando i lavori della VII Conferenza Internazionale sulle statistiche agrarie, organizzata dall’Istituto Italiano di Statistica (ISTAT) in collaborazione con la FAO e che si svolge a Roma in questi giorni (26-28 ottobre).

Facendo notare che i 17 Obiettivi di Sviluppo sostenibile (SDG) adottati lo scorso anno dalla comunità internazionale includono 169 obiettivi individuali e 230 diversi indicatori, il Direttore Generale della FAO ha detto che l’Agenda 2030 rappresenta “un punto di svolta per il sistema statistico globale”.

“I requisiti di dati imposti dagli Obiettivi di Sviluppo superano di gran lunga le attuali capacità della maggior parte dei sistemi statistici nazionali”, ha continuato Graziano da Silva, sottolineando che per raccogliere la sfida, il mondo ha bisogno sia di rafforzare i sistemi di raccolta dati già in uso, sia di adottare approcci innovativi e metodologie efficaci, come l’impiego di tecnologia mobile o immagini da telerilevamento.

“La sfida che abbiamo di fronte oggi è passare dall’identificazione dei nostri obiettivi alla loro realizzazione”, ha affermato il Vice Ministro italiano per l’Agricoltura, On. Andrea Olivero, nel suo intervento. “Le statistiche rappresentano uno strumento fondamentale in questo sforzo, poiché l’efficacia delle politiche pubbliche dipende dalle migliori informazioni possibili che possiamo avere a nostra disposizione”.

“Per questo motivo, abbiamo bisogno di esperti in grado di identificare gli strumenti più appropriati”.  “Il nostro compito è ora quello di approfittare della nuova era informatica per garantire la sicurezza alimentare globale e la sostenibilità agricola”, ha aggiunto.

Rafforzare le capacità nazionali

Per aiutare i paesi a raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile 2030 – tra cui quello di Fame Zero – la FAO ha messo in atto iniziative di sviluppo di capacità per sostenere i paesi e ha sviluppato nuovi strumenti d’indagine, come il Food Insecurity Experience Scale per monitorare il grado di insicurezza alimentare a livello mondiale, e AGRIS (Rilevamento integrato per l’Agricoltura) per controllare gli aspetti economici, sociali ed ambientali delle attività agricole, ha affermato Graziano da Silva.

L’agenzia sta anche lavorando a raccogliere e armonizzare le informazioni fornite dai paesi, oltre a produrre aggregati globali e regionali, disponibili attraverso la sua banca dati statistica FAOSTAT accessibile a tutti on-line su cibo, agricoltura, pesca, silvicoltura, gestione delle risorse naturali e nutrizione.  FAOSTAT, la più grande e completa risorsa di dati del mondo nel suo genere, offre accesso libero, aperto e facile ad oltre 3 milioni di dati di serie temporali e trasversali su 245 paesi e territori.

La serie di strumenti impiegati e sviluppati dalla FAO aiuterà a stabilire una linea di base contro la quale i paesi possono misurare i progressi verso gli Obiettivi di Sviluppo e creare le politiche più efficaci e monitorarne l’impatto.

La Conferenza internazionale sulle statistiche agrarie (ICAS VII) si svolge ogni tre anni e convoca statistici agricoli di alto livello in rappresentanza di uffici statistici nazionali e di ministeri dell’agricoltura di tutto il mondo. La conferenza è aperta a tutti i produttori e utilizzatori di statistiche agricole, da enti governativi, da università, da partner per lo sviluppo e dalle organizzazioni internazionali.  La settima edizione della Conferenza è organizzata dall’Istituto Nazionale di Statistica (Istat) in collaborazione con la FAO, sotto gli auspici dell’Istituto Internazionale di Statistica.

Quest’anno la manifestazione (26-28 ottobre) si concentra sugli studi di ricerca e sulle migliori pratiche per il monitoraggio degli obiettivi legati al settore agricolo degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2030 e in tal modo si propone di contribuire ad affrontare le mutevoli esigenze e opportunità per le statistiche agricole, sotto il tema generale della “Modernizzazione delle statistiche agricole a sostegno dell’agenda di sviluppo sostenibile”. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts