Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Tunisia: la scuola “recupera i propri bambini” con l’aiuto della cooperazione italiana

TUNISI, 26 OTTOBRE – Ogni anno in Tunisia più di 100.000 bambini e ragazzi fino ai 16 anni abbandonano la scuola in Tunisia. La scarsa qualità delle infrastrutture scolastiche figura come una delle principali cause di tale fenomeno.  Per fronteggiare questo problema il ministero dell’Educazione con il sostegno tecnico e finanziario dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, l’Unicef e l’Unops, si sono impegnati in un’azione volta a migliorare l’ambiente scolastico al fine di rendere le scuole più accoglienti per i propri alunni. I lavori in una scuola di  Raoued nel Governatorato dell’Ariana sono cominciati oggi.

La ristrutturazione e’ la prima di un programma di partenariato per il sostegno all’attuazione della strategia nazionale di lotta contro l’abbandono e l’insuccesso scolastico firmato l’8 settembre scorso a Tunisi e condotto dalla Cooperazione, il ministero dell’Educazione tunisino, l’Unicef e l’Ufficio delle Nazioni Unite per i servizi di sostegno ai progetti (Unops). Sono interessate al progetto in tutto 34 strutture, 28 scuole elementari e 6 scuole preparatorie, ripartite su tutto il territorio tunisino.

Si tratta essenzialmente di creare un ambiente scolastico sicuro ed attraente attraverso la riabilitazione e/o la ricostruzione dei blocchi sanitari e delle aree da gioco e grazie ad altre azioni di prevenzione ed educazione all’igiene e ad uno stile di vita sano. Il programma rientra nell’ambito della campagna nazionale ‘L’école récupère ses enfants’, condotta insieme alla Cooperazione. Hanno visitato la scuola di Raoued il ministro dell’Educazione, Néji Jalloul, l’ambasciatore d’Italia a Tunisi, Raimondo De Cardona, la Rappresentante dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (Aics), Cristina Natoli, la Rappresentante dell’Unicef in Tunisia, Lila Pieters, e la direttrice dell’Ufficio delle Nazioni Unite per i servizi ed i progetti (Unops), Mariacarmen Colitti. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts