Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Migrazioni, una scuola media di Trieste premiata da UNAOC e OIM per un video sull’inclusione

NEW YORK, 28 ottobre – Una manciata di pesci, un po’ d’acqua, due contenitori, un gatto, una videocamera. E’ la ricetta della IIA della scuola “Caprin” di Trieste per la creazione di un video sulla disuguaglianza nella distribuzione delle risorse, sull’inquinamento ambientale, e sulle grandi migrazioni legate alla guerrra. Ieri gli studenti della scuola media friulana sono stati premiati dall’Alleanza delle civiltà delle Nazioni Unite (UNAOC) e dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) per la produzione presentata al Plural+ 2016 Youth Video Festival, incentrato quest’anno su migrazione, diversità e integrazione sociale. La classe, coordinata dal professor Dario Gasparo, è risultata tra i quattro vincitori del concorso internazionale.

pOltre 300 lavori in 40 lingue da giovani registi di età compresa tra i 7 e i 25 anni provenienti da 68 paesi: sono i numeri di questa edizione del festival che ha premiato le opere di studenti americani (“Excluded”, categoria 9-12 anni e “The Prezzo di Nuestros Suenos “, categoria 13-17 anni) e sloveni (“I am Alyna”, categoria 18-25). I tre video e quello italiano – “Migration” (categoria 13-17 anni) – hanno affrontato tutti i temi dell’inclusione.

“Migration” è il risultato di un workshop organizzato con l’ONG locale Accri e il Consorzio Italiano Solidarietà (SCI), durante la Settimana della cooperazione internazionale: gli studenti hanno avuto la possibilità di ascoltare le storie di Rahimy, Kodadad, Eshan, Muhammad Rohail e Khan, ascoltando perché hanno lasciato il proprio Paese, rompendo catene di stereotipi.

Il successo del video al Plural+ segue i riconoscimenti ottenuti dalla classe dalle associazioni Donatori Sangue e Giovanni Falcone. Il 27 ottobre, la premiazione a New York.

“Spesso, i giovani non hanno possibilità concrete per esprimersi su questioni importanti e urgenti di impatto sociale, culturale e politico”, ha detto Nassir Al-Nasser, alto rappresentante UNAOC. “E ‘con questo spirito che UNAOC e IOM hanno creato questo festival.”

Alla cerimonia al Paley Center for New Media di New York City ha partecipato anche l’inviato del Segretario generale per la gioventù, Ahmad Alhendawi, che si è congratulato con i partecipanti: “I vostri video mostrano il significato e il potere della solidarietà. Questo è il tipo di messaggio di cui abbiamo bisogno oggi, che la migrazione non è un problema, ma un fenomeno che va gestito”. (@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts