Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Iraq: italiani addestrano forze curde, a lezione anche di diritti umani

Iraq

ERBIL,  2 NOVEMBRE – Mentre infuria la battaglia nelle altre zone curde dell’Iraq e in particolare attorno a Mosul, a Erbil, sede della Task Force Land italiana impegnata nell’operazione Prima Parthica, si è tenuto un corso di formazione avanzata denominato ”1° Law Enforcement Course”, dedicato agli ASAYSH, unità delle rorze di sicurezza interna del Kurdistan iracheno. L’attività, durata circa tre settimane, è stata condotta dalla Unità dei  Carabinieri, costituita da istruttori in possesso di specifiche competenze ed esperienze in campo addestrativo.Iraq

La cerimonia di fine corso si è svolta questa mattina presso l’Aeroporto di Erbil, alla presenza del Comandante del contingente nazionale in Iraq, generale di brigata Angelo Michele Ristuccia, del vice direttore generale del Consiglio di sicurezza del Kurdistan, generale Adel Botany e del capo della sicurezza dell’aeroporto di Erbil generale Sedeeq Serbest.

Durante il corso sono state approfondite varie procedure tecnico-tattiche, tra cui il pattugliamento automontato ed appiedato in centri abitati, posti di controllo, perquisizioni veicolari e personali, tecniche di immobilizzazione ed ammanettamento, ma anche le modalità di approccio alla popolazione, elemento imprescindibile da cui discende la raccolta informazioni in chiave di prevenzione e contrasto ai fenomeni criminali e di terrorismo.

Iraq

Lezioni teoriche

Per la parte di ”polizia scientifica”, sono state studiate le modalità di afflusso e messa in sicurezza di una scena del crimine e le azioni successive per raccogliere e salvaguardare le fonti di prova. Altro tema importante è stato il delicato argomento relativo ai diritti umani, principi a cui non può rinunciare un moderno operatore di polizia .

Il corso si è concluso con prove teoriche e pratiche volte a verificare l’effettivo livello di addestramento raggiunto dai 41 allievi, che saranno alle dipendenze del Kurdistan Regional Security Council ed incaricati di garantire, nello specifico, la sicurezza della struttura aeroportuale di Erbil e più in generale dell’attività di intelligence interna per la Regione.

(@novellatop,  2 novembre 2016)

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts