Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Siti italiani Unesco: riunita conferenza, si lavora a Osservatorio

MIbact, non pagelle ma analizzare punti forza e debolezza

ROMA, 8 NOVEMBRE – Con Venezia “sorvegliata speciale”, ha preso il via a Palazzo Barberini a Roma la VII Conferenza dei Siti italiani iscritti nella lista del Patrimonio mondiale Unesco. Al centro dei lavori è la creazione dell’Osservatorio sui siti Unesco italiani, un nuovo organismo promosso dal ministero dei Beni culturali per unire gli sforzi di conservazione, promozione e valorizzazione del patrimonio culturale.

“I 51 siti Unesco italiani sono motivo di grande orgoglio, ma anche una incredibile responsabilità per chi li amministra”, ha spiegato il sottosegretario ai Beni culturali, Ilaria Borletti Buitoni: “Per questo è fondamentale creare un Osservatorio e definire le linee pratiche per la gestione, la valorizzazione, la promozione e la manutenzione di questo straordinario patrimonio”. L’Osservatorio avrà quindi il compito di monitorare lo stato dei siti italiani, valutando anche le diverse strategie messe in campo dai diversi livelli istituzionali. Si occuperà inoltre di promuovere iniziative, indagini e studi su temi specifici.  

cwuu866weaeiws2

Antonia Pasqua Recchia, segretario generale del Mibact, ha sottolineato che lo scopo non sarà quello di dare giudizi o pagelle ma di “analizzare i punti di forza e di debolezza”.  

Secondo il Ministro per i Beni culturali Dario Franceschini, “l’Italia è talmente ricca di bellezza che non ha la consapevolezza di che cosa vuol dire nel mondo avere 51 siti riconosciuti. Siamo orgogliosi del nostro patrimonio ma finora non abbiamo usato questo brand. Essere sito Unesco impone limiti di tutela ma è anche una straordinaria occasione di promozione. Nel Piano strategico per il Turismo “ci sono dei capitoli specifici proprio sulla promozione dei siti”.  Franceschini ha quindi auspicato che“per il futuro ci fosse qualche misura estensiva dell’Art bonus per i luoghi che sono siti Unesco”. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts