Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Caschi blu italiani Unifil: operazione ‘Leonte’ compie 10 anni

Unifil

SHAMA,  10 NOVEMBRE  – Dieci anni di Operazione Leonte nel Libano Sud. Sono trascorsi 10 anni dall’8 novembre del 2006 quando a Tibnin, allora sede del quartier generale dei caschi blu italiani in Libano, il Generale Paolo Gerometta, allora comandante della Brigata di cavalleria ‘Pozzuolo del Friuli’ assunse il comando del Sector West di Unifil ricevendo le consegne dal contrammiraglio Claudio Confessore, comandante della Joint landing Force-Lebanon.Unifil

Ieri a Shama, il comandante del Sector West generale Ugo Cillo, a margine dell’alzabandiera, ha voluto ricordare quei momenti, sancendo, di fatto, il decennale dell’Operazione ‘Leonte.

Allora la cerimonia si svlse alla presenza del comandante di Unifil, generale Alain Pellegrini che, poco dopo, cedette il comando della missione ONU al Generale Claudio Graziano, attuale Capo di Stato Maggiore della Difesa. Unifil

I caschi blu italiani, da allora, hanno continuato incessantemente a svolgere i compiti assegnati e sanciti dalla risoluzione 1701 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. In particolare, nei dieci anni trascorsi, hanno svolto oltre 231 mila attività operative (pattuglie, observation point, attività congiunte con le forze armate libanesi), realizzato oltre 750 progetti di cooperazione civile militare (rifacimento di tratti di strade, illuminazione pubblica, ristrutturazione di scuole, ambulatori), svolti oltre 1100 interventi di sminamento e bonifica di ordigni inesplosi, percorsi 21.300 mila chilometri.

La Brigata di cavalleria Pozzuolo del Friuli ha assunto lo scorso 17 ottobre,  avvicendando la Brigata Sassari, la guida della missione in una terra già conosciuta e per la quale, ha sottolineato il generale Cillo, ”continueremo a lavorare con costanza per garantire al popolo libanese la tranquillità che merita”. Le brigate italiane che si sono avvicendate in questi anni sono state oltre alla ‘Pozzuolo del Friuli’, la brigata paracadutisti ‘Folgore’, corazzata ‘Ariete’, bersaglieri ‘Garibaldi’, aeromobile ‘Friuli’, meccanizzata ‘Aosta’, ‘Pinerolo’ e ‘Granatieri di Sardegna’, alpina ‘Taurinense’.

(@novellatop,  10 novembre 2016)

 

 

 

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts