Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

L’Accademia dei Lincei conferisce il Premio Feltrinelli al programma Dream di Sant’Egidio

ROMA, 11 Novembre – Va al progetto del nuovo centro di salute di Zimpeto (Mozambico) del Programma Dream della Comunità di Sant’Egidio il premio Antonio Feltrinelli 2016 “per una impresa eccezionale di alto valore morale e umanitario”. Acronimo di Drug Resource Enhancement against AIDS and Malnutrition, DREAM mira a trasformare in realtà la cura e la prevenzione dell’AIDS in Africa. Completamente gratuito e basato su un approccio globale, il programma è stato lanciato proprio in Mozambico nel febbraio 2002 dalla Comunità di Sant’Egidio che Alberto Quadrio Curzio, presidente dell’Accademia dei Lincei, ha definito oggi, consegnando il premio, “un unicum nel panorama italiano per le competenze scientifiche e culturali messe in opera e per il modo in cui le risorse vengono impiegate”.

“Il Programma è nato dalla volontà di rendere disponibile la terapia anche in Africa, laddove non era mai arrivata, allo stesso livello di qualità e di eccellenza che aveva permesso grandi successi nel primo mondo”, ha ricordato Paola Germano, responsabile di Dream, ricevendo il prestigioso riconoscimento dall’Accademia Nazionale dei Lincei.

L’alto riconoscimento contribuirà alla realizzazione del nuovo Centro della Salute a Zimpeto, nel distretto di Ka Mabukwana, nella periferia nord di Maputo, una delle aree più popolose e povere della città, con i suoi 337.000 abitanti, dove le strutture sanitarie sono del tutto insufficienti e la prevalenza di HIV si stima attorno al 23% della popolazione adulta.

Il centro polivalente di Zimpeto, costruito su un’area di 2.000 mq, comprendera quattro sezioni per il trattamento dell’infezione da HIV, la diagnosi precoce delle neoplasie delle donne, la cura della Tubercolosi e della malnutrizione, in particolare dei bambini.  Giova, inoltre, del programma di telemedicina che collega in rete circa ottanta specialisti italiani, i quali, a titolo gratuito, consentono l’accesso a consulenze mediche di alto livello anche in situazioni di estrema povertà.

Riconosciuto dall’OMS e da diverse Agenzie Internazionali, come un’esperienza modello, DREAM ha prodotto una diminuzione drastica della mortalità materna e la nascita di 63.000 bambini sani da madre malata di AIDS, e di formare, solo nel Mozambico, 3.550 tra medici e infermieri, biologi e coordinatori tecnici. A distanza di 14 anni dal lancio nel Paese africano, DREAM è presente anche in Malawi, Tanzania, Kenya, Repubblica di Guinea, Swaziland, Nigeria, Repubblica Democratica del Congo, Camerun, Angola, portando beneficio a 300mila sieropositivi.

“Sono 46 i centri di salute ormai attivi, integrati da 24 laboratori di biologia molecolare”, ha sottolineato Germano, precisando che il programma “ha reso possibile, e accessibile, non solo la terapia antiretrovirale, specifica per l’AIDS, ma anche tutto il complesso di misure e fattori che contribuivano a renderla efficace: educazione alla salute dei pazienti, sostegno nutrizionale, diagnostica avanzata, formazione del personale, cure immediate e accessibili a tutti. E poi, lotta contestuale alle malattie e alle infezioni opportunistiche: malaria, tubercolosi e, più in generale, alla malnutrizione”. (@annaaserafini)

The following two tabs change content below.

Arriva all’Onu a New York dopo le esperienze all’Agi Bruxelles e Repubblica Roma. Vincitrice di premi giornalistici e concorsi tra cui “America Decides 2012”. Oltre il giornalismo e la diplomazia, la passione per l’arte.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Anna Serafini

Arriva all’Onu a New York dopo le esperienze all’Agi Bruxelles e Repubblica Roma. Vincitrice di premi giornalistici e concorsi tra cui “America Decides 2012”. Oltre il giornalismo e la diplomazia, la passione per l'arte. Contact: Website | Twitter | Google+ | More Posts