Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Centrafrica: a battesimo piano UE; fiducia in Touadéra, da Italia 15 milioni in tre anni

Giro, aumento secco per paese che diventa prioritario

BRUXELLES, 17 NOVEMBRE – Bruxelles ha fiducia nel presidente Faustin-Archange Touadéra, la cui elezione che rappresenta una “straordinaria finestra di opportunita'”. La Repubblica Centroafricana volta pagina e “la Ue e’ al suo fianco per accompagnarla”, ha detto l’Alto Rappresentante per la politica estera europea Federica Mogherini aprendo la conferenza dei donatori a Bruxelles. L’Italia conferma il suo impegno in 15 milioni di euro: 5 nel 2017, 5 nel 2018 e 5 nel 2019, ha detto il Vice-Ministro degli Esteri Mario Giro: “Visto l’interesse riscontrato, sono fiducioso di trovare anche molte risorse private”, ha aggiunto il vice-ministro che ha anche la delega per cooperazione e Migration Compact.
Hanno partecipato alla conferenza, tra gli altri, il commissario europeo per la cooperazione e lo sviluppo Neven Mimica , lo stesso Touadera, per l’Onu il vice-segretario generale Jan Eliasson. Aprendo i lavori Mogherini ha ricordato che la UE e’ il piu’ grande fornitore di aiuti internazionali in Centrafrica. “Il nostro fondo fiduciario si chiama “Bêkou” che significa speranza nella lingua Sango. Rappresenta una innovazione che ci permette di agire immediatamente e avere un migliore coordinamento”.
Per l’Italia i quindici milioni in tre anni sono “un aumento secco, abbastanza importante, per un paese che per noi fino a poco tempo fa non era prioritario, ma che lo diventa perchè può essere innanzitutto una grave fonte di instabilitá in quell’area regionale difficile, che è l’Africa centrale, e poi anche un nuovo flusso di immigrazione che dobbiamo prevenire”, ha detto Giro precisando che “giá alcune migliaia sono transitate attraverso il Ciad verso la Libia. La frontiera – osserva – è molto vicina. E’ anche nostre interesse stabilizzare quel paese che non è stabilizzato da decine di anni. Non c’è un quadro statuale e quindi va sostenuto”, spiega Giro. L’impegno dell’Italia, ha aggiunto il vice-ministro, “fa parte della strategia italiana di presenza in Africa, con la cooperazione ma anche con le imprese e la cultura”. (@OnuItalia)
The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts