Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Pena di morte: crescono all’Onu i “si” per la moratoria, 115 in Terza Commissione

NEW YORK, 17 NOVEMBRE – Cresce il sostegno contro la pena di morte nel mondo: rispetto a due anni fa, la risoluzione sulla moratoria universale delle esecuzioni ha ottenuto un voto in più al primo esame della Terza Commissione dell’Assemblea Generale, quella che si occupa del rispetto dei diritti umani.

Il documento, non vincolante ma dal forte valore morale, chiede ai paesi dell’Onu di fermare il boia in vista della totale abolizione della pena capitale: ha ricevuto 115 si della Commissione, 38 no e 31 astenuti. La risoluzione viene discussa e votata ogni due
anni.

cxe9eszwiaa55s7

Nel 2014 i si furono 114, 36 i no e 34 astensioni. A far salire il partito ostile alla moratoria e’ stata l’ultima ondata terroristica che ha spinto paesi come la Turchia a cambiare parere. Ora l’ultima parola spetta all’Assemblea Generale in seduta plenaria: il voto è previsto entro la fine di dicembre.

Il testo approvato oggi contiene un emendamento presentato da Singapore, tradizionalmente leader del fronte pro-pena di morte e che già’ negli anni Novanta era riuscito a spedire le prime risoluzioni sulla moratoria su un binario morto. Anche stavolta il delegato del piccolo Paese asiatico, a cui proprio oggi l’ufficio Onu per i Diritti Umani, ha chiesto si fermare una esecuzione per droga e di tornare ‘immediatamente” alla moratoria, ha invocato la sovranità nazionale dei singoli stati riconosciuta dalla carta delle Nazioni Unite come aveva tentato nel 2007.  La modifica e’ stata approvata di stretta misura (76 si, 72 no, 26 astensioni).

I Paesi dell’Unione Europea tra cui l’Italia e altri del fronte anti-pena capitale, che si erano espressi contro l’emendamento, hanno votato si alla risoluzione precisando che
si dissociavano dal paragrafo introdotto da Singapore e chiedendo che il loro “distinguo” venisse messo agli atti. E’ dal 2007 che il documento sulla moratoria della pena di morte viene approvato all’Onu. Da allora il numero dei consensi e’ sempre aumentato.  (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Torna “Cities For Life”, 2mila città in Italia e nel mondo contro la pena di morte | OnuItalia

Comments are closed.