Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

La straordinaria storia di Oumoh: polizia spera di riunirla alla mamma per Natale

madre e figlia fuggite da Costa d'Avorio per evitare MGF

LAMPEDUSA, 23 NOVEMBRE – Una commovente favola di Natale nella tragedia delle migrazioni. Una mamma e la sua bambina di quattro anni fuggite dalla Costa d’Avorio per evitare che la piccola subisse la mutilazione genitale femminile potrebbero essere riunite in Italia prima delle feste.

Un colpo di fortuna ha permesso alla polizia italiana di rintracciare la madre. La bambina, Oumoh, e’ una degli oltre 20 mila minori non accompagnati che hanno raggiunto l’Italia quest’anno da paesi dilaniati dalle guerre e colpiti dalla poverta’, per lo piu’ in Africa e Medioriente. Arrivate a Tunisi, la madre aveva affidato la figlia a un’amica per tornare in patria  a recuperare beni di proprieta’. Al suo ritorno le due erano già partite su barche separate. Il gommone su cui si trovava la bimba era era affondato. Oumoh, salva e in Italia, era rimasta sola e senza un numero di telefono.

È stata un’altra bambina, Nassade, otto anni del Mali, giunta a Lampedusa insieme alla madre e al fratellino di tre settimane, a riconoscerla. Si erano viste in Tunisia per caso e per caso si sono rincontrate quando Marilena Cefala, responsabile del centro di accoglienza di Lampedusa le ha fatto vedere una foto della bambina. Via Facebook e’ spuntato un numero di telefono ed era quello della madre di Oumoh, così l’hanno digitato. La madre ha risposto. Dopo settimane in cui non sapeva niente della figlia, la mamma è scoppiata a piangere al telefono. La donna nella foto è l’ispettore Maria Volpe, che per tre giorni si era presa cura della bambina a Lampedusa.

Ora la bambina e la madre si ricongiungeranno. “Era traumatizzata, all’inizio non riusciva neppure a parlare”, ha detto la Cefala alla Thompson Reuters. Ora si aspetta che la polizia confermi la storia con il DNA prima di trasferire la madre in Sicilia per l’atteso ricongiungimento. “Spero che riusciremo ad avere questo regalo in tempo per Natale”, ha detto Maria Volpe.

Oltre 168 mila migranti sono arrivati in Italia via mare nel 2016. Il numero degli arrivi e’ salito dopo l’accordo in marzo tra UE e Turchia che ha chiuso di fatto la rotta balcanica verso l’Europa spostando sull’Italia il peso dell’accoglienza. Le campagne contro le mutilazioni genitali femminili vedono l’Italia impegnata da anni sia all’Onu che su campo attraverso l’azione delle sue Ong. La scorsa settimana una risoluzione che spinge all’abbandono di questa pratica rituale e’ stata adottata dalla Terza commissione dell’Assemblea Generale dell’ Onu per consenso (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts