Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Kurdistan iracheno, cambio al comando del contingente italiano di ‘Prima Parthica’

Kurdistan

KURDISTAN IRACHENO,  25 NOVEMBRE – Cambio della guardia nel Kurdistan iracheno al comando dell’ ‘Operazione ‘Prima Parthica’ : il generale Angelo Michele Ristuccia ha lasciato le redini  del Contingente Nazionale in Iraq al parigrado Francesco Maria Ceravolo.

Kurdistan

Ceravolo, la Dott.ssa Di Pippo, Fantuzzi, Ristuccia, Piccirillo

La cerimonia si è svolta alla presenza dell’ambasciatore Italiano in Iraq, Marco Carnelos, del Vice comandante del Comando Operativo di vertice Interforze (COI), generale Giuseppe Fantuzzi, del Ministro degli interni e Ministro dei Peshmerga (interim)  della Regione Autonoma del Kurdistan, Mr Abdul Sultan Karim Sinjari e di numerose autorità civili, militari e diplomatiche.

Questi ultimi 5 mesi  sono stati caratterizzati da una intensa attività, durante la quale la missione militare italiana si è ripetutamente adattata alle esigenze operative contingenti. In particolare,  dopo una iniziale fase esclusivamente addestrativa, la missione si è arricchita di due pedine importanti per l’intera coalizione: l’Air Task Group “Griffon” con compiti di Personnel Recovery e la Task Force Praesidium deputata alla sicurezza dei lavori di messa in sicurezza della Diga di Mosul.

Kurdistan

La cerimonia

Il generale Fantuzzi nell’indirizzo di saluto al personale schierato, si è complimentato per i brillanti risultati raggiunti testimoniati dai numerosi attestati di stima pervenuti sia dalle forze della Coalizione – di cui l’Italia rappresenta il secondo contributore -, sia dalle forze governative e militari locali, che hanno riconosciuto nel contingente Italiano eccezionali doti di professionalità e competenza in ogni attività svolta.

L’Italia, in base alle Risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell’Onu n. 2170 (2014) del 15 agosto 2014 e n. 2178 (2014) del 27 settembre 2014 – emanate a seguito della richiesta di soccorso presentata il 20 settembre 2014 dal rappresentante permanente dell’Iraq presso l’ONU al Presidente del Consiglio di Sicurezza – ha dispiegato tra il Kurdistan iracheno e Baghdad circa 950 uomini e donne  di tutte le forze armate e costituisce, dopo quello americano, il contingente più numeroso a testimonianza dell’impegno che sta fornendo nella lotta a Da’esh che dall’estate del 2014 si è impossessato di vasti territori nel nord dell’Iraq.

(@novellatop,  25 novembre 2016)

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*