Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Migrazioni: a Ginevra il punto tra Credendino e le organizzazioni internazionali

Comandante Eunavfor Med (op. Sophia) incontra Unhcr, Oim, Ocha, Ifrc

Ginevra

GINEVRA, 25 NOVEMBRE – Il fenomeno delle migrazioni e le operazioni di soccorso delle organizzazioni internazionali sono state al centro dei colloqui che nei giorni scorsi il Comandante della forza navale mediterranea dell’UE, EUNAVFOR MED – operazione Sophia, l’ammiraglio di divisione Enrico Credendino, ha avuto a Ginevra con i vertici di alcune delle principali organizzazioni internazionali coinvolte nel fenomeno. In particolare, Credendino ha illustrato i progressi compiuti dall’operazione nel compito integrativo dell’addestramento della Marina Militare e della Guardia Costiera Libica, iniziato alla fine del mese di ottobre, con il contributo dell’UNHCR e di FRONTEX, e finalizzato ad incrementare le loro capacità operative e, di conseguenza, di ridurre la perdita di vite umane nel Mediterraneo.

Ginevra

L’incontro di Ginevra

Agli incontri hanno partecipato William Lacy Swing Direttore generale dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), Zeid Ra’ad Al Hussein, Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Elhadj As Sy, segretario generale della Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC), Kelly Clements, vice Alto commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), e anche con il Comitato Internazionale della Croce Rossa e l’Ufficio per il Coordinamento degli Affari Umanitari (OCHA).

Lo scorso 20 giugno il Consiglio d’Europa ha prorogato fino al 27 luglio 2017 il mandato di Sophia con l’aggiunta di due compiti di supporto, ovvero la formazione della Guardia Costiera e della Marina libica, e il contributo all’embargo sulle armi delle Nazioni Unite in acque internazionali e al largo della costa della Libia, in conformità con la UNSCR 2292 (2016). Il 30 agosto e il 6 settembre, il Comitato politico e di sicurezza dell’UE (CPS) ha formalmente autorizzato EUNAVFOR MED a dare atto ai due compiti di supporto. Finora, grazie alle attività di EUNAVFOR MED – operazione Sophia, 101-sospetti contrabbandieri e trafficanti sono stati consegnati e perseguiti dalle autorità italiane e 349 barche sono state neutralizzate. Inoltre, più di 29800 vite sono state salvate in mare.

(@novellatop,  25 novembre 2016)

 

The following two tabs change content below.

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell’Ansa. Tra le sue missioni l’Albania (di cui ha seguito per l’agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l’Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell’ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Maria Novella Topi

Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia. Contact: Website | More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*