Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Corridoi umanitari: 40 profughi a Fiumicino; Sant’Egidio, modello per Europa

arrivi con i corridoi umanitari a Fiumicino

ROMA, 1 DICEMBRE – Un nuovo gruppo di 40 profughi, in larga parte siriani, è arrivato all’aeroporto di Fiumicino con un volo di linea da Beirut grazie al progetto-pilota dei “corridoi umanitari”, realizzato dalla Federazione delle Chiese evangeliche in Italia, dalla Tavola valdese e dalla Comunità di Sant’Egidio. Domani arriveranno a Fiumicino altri 60 profughi provenienti sempre dal Libano.

“Un’alternativa ai viaggi della disperazione nel Mediterraneo e’ possibile”, ha sottolineato la  Comunità di Sant’Egidio. “I corridoi umanitari, frutto di una sinergia tra istituzioni e società civile, dimostrano che è possibile un’alternativa concreta ai viaggi della disperazione nel Mediterraneo perché consente a chi è in fuga dalla guerra e in “condizioni di vulnerabilità” (vittime di persecuzioni, famiglie con bambini, donne sole, anziani, malati, persone con disabilità) di arrivare, in tutta sicurezza e legalmente, nel nostro continente. Un modello per l’Europa”.

Alcuni rifugiati, giunti nei mesi scorsi, erano presenti a Fiumicino per
accogliere i nuovi arrivati. Dopo lo sbarco dal volo Alitalia, arrivato alle 6.45, è scattata l’accoglienza per i migranti che sono stati accompagnati dalla Polizia di Frontiera in un’area dello scalo appositamente dedicata per effettuare il lungo disbrigo delle pratiche individuali, compresa l’identificazione anche con il riscontro delle impronte digitali. E’ seguita la fase di smistamento per l’affidamento ai centri di accoglienza e alle famiglie, già individuati in varie parti d’Italia, per avviare il reinsediamento e l’integrazione.

A meno di un anno dall’avvio di questo progetto, realizzato nell’ambito di un protocollo d’intesa che i promotori hanno sottoscritto con i Ministeri dell’Interno e degli Affari Esteri, si raggiungerà domani la prevista quota totale di 500 arrivi nel 2016. Domani al Terminal 2 di Fiumicino il presidente della Comunità di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo, il moderatore della Tavola Valdese, Eugenio Bernardini e il viceministro degli Esteri, Mario Giro faranno il punto con la stampa sulla prima fase del programma.  (@OnuItalia)

 

The following two tabs change content below.

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts