Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Nazioni Unite: studio City Hall, “un buon affare per New York”

NEW YORK, 6 DICEMBRE – Ci sono stati alti e bassi, ad esempio quando Rudy Giuliani era a City Hall, ma oggi New York ama le Nazioni Unite e le considera un buon affare. Il Mayor’s Office per gli affari internazionali, in collaborazione con il New York City Economic Development Corporation, ha pubblicato il rapporto Nazioni Unite Impact 2016 , un’analisi che delinea costi e benefici economici per New York, sulla base dei dati del 2014, a causa della presenza del quartiere generale dell’Onu e della comunità delle Nazioni Unite nella Big Apple. Lo studio evidenzia un notevole vantaggio economico per la città ospite.

eia_page_2

Circa 16.000 persone lavorano per l’Onu a New York. Il rapporto mostra che la presenza delle Nazioni Unite genera $ 3.69 miliardi di dollari di output economico totale per New York.

  • I 15, 890 dipendenti Onu producono un reddito familiare di 1,64 miliardi di dollari. A loro volta la loro presenza e la presenza dell’Onu ha una ricaduta sulla città; che ha permesso di dare lavoro a 7.940 newyorkesi.
    • L’ONU ha emesso oltre 30.000 accrediti per i visitatori che partecipano alle sue riunioni e conferenze. Questi visitatori, in media, sono rimasti a New York City per 14 giorni con una spesa media giornaliera di 258 dollari che ha sua volta ha sostenuto altri 1.210 posti di lavoro.
  • New York comporta costi a sostegno della comunità delle Nazioni Unite, stimati in circa 54 milioni di dollari, inclusi i costi per le spese di sicurezza e di formazione per il personale che iscrive i figli nelle scuole pubbliche. Tuttavia, tenuto conto di questi costi, la comunità delle Nazioni Unite ha contribuito per circa 56 milioni di dollari in benefici fiscali netti per la città.

eia_page_4

Nel 1946, New York City rivaleggio’ con Londra e San Francisco per ospitare la sede ufficiale della più grande speranza dell’umanità per il dopoguerra ed ebbe la meglio. Nelle parole di John D. Rockefeller Jr., che mise a disposizione l’area dove sorge oggi il Palazzo di Vetro, “New York è un centro dove persone provenienti da tutto il mondo sono sempre stati accolti e dove hanno condiviso le aspirazioni e le realizzazioni comuni. E’ mia convinzione che la citta’ offra un ambiente unicamente dotato per il compito delle Nazioni Unite e che la gente di New York vorrebbe avere le Nazioni Unite qui in modo permanente “. Settanta anni dopo New York continua a essere d’accordo. (@alebal)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts