Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Siria: Mogherini, Putin brutale, solo UE ha piano pace

migranti, da Europa solidarietà a Italia

BRUXELLES, 18 DICEMBRE – Mentre all’Onu la Russia minaccia un nuovo veto sulla proposta francese, sponsorizzata anche dall’Italia, per l’invio di osservatori delle Nazioni Unite a monitorare l’evacuazione dalle zone assediate di Aleppo, Federica Mogherini non risparmia le parole. Vladimir Putin e’ brutale in Siria. Solo la UE ha un piano di pace, dice l’Alto Rappresentante per la politica estera europea in una intervista a La Stampa. “L’Unione è l’unica a dialogare con tutte le parti”, spiega Mogherini. E sui migranti assicura che “la commissione va avanti sulla solidarietà fra Stati, l’Italia conti su di noi”.

Il 2016 “non e’ stato un anno semplice”, concede l’ex ministro degli Esteri, persuasa che quello che arriva non si presenta più facile. “Ci saranno elezioni in almeno quattro Paesi europei”, è il conteggio che include l’Italia. Più Trump, Brexit, migranti. E Siria. In gennaio la signora Mogherini riceverà i delegati degli Stati interessati dal conflitto siriano. Vuole tessere la tela che darà all’Europa il ruolo di playmaker diplomatico. Per “trasformare la guerra per procura in una pace per procura”.

Mogherini si detta fiera che l’Europa non e’ dove e’ la Russia: “Sono molto fiera che non stia bombardando Aleppo. Per una scelta politica presa molti anni fa, l’Unione europea non è un attore militare sul palcoscenico siriano”. Eppure, sottolinea l’Alto rappresentante per la Politica estera, “sarebbe riduttivo dire che il nostro è solo un soft power”. Perché l’Ue ha investito 9 miliardi dall’inizio della crisi per controbilanciare una situazione drammatica. E perché si sta preparando per il dopo. “Siamo gli unici che parlano con tutti”, assicura. E, visto che il multilateralismo in quella regione non funziona, “lavoriamo attraverso i nostri rapporti bilaterali per evitare che la Siria diventi un buco nero, un nuovo Iraq o una nuova Libia”.

Qualche parola spesa anche a sostegno del nuovo governo italiano guidato dal suo successore Paolo Gentiloni: “L’Italia è un Paese solido, il governo è stimato. Ovviamente avrei preferito di gran lunga avere uno scenario diverso, con una vittoria del sì, con l’esecutivo Renzi ancora in carica e una riforma costituzionale di cui l’Italia ha bisogno. Però la saggezza e la rapidità con cui Mattarella ha gestito la crisi hanno dimostrato la solidità delle istituzioni e del Paese, cosa molto apprezzata dai nostri partner europei e no. E anche la reazione dei mercati è stata contenuta. Abbiamo dimostrato piena capacità di gestire bene i passaggi turbolenti e di crisi. Non vedo un problema di debolezza del governo italiano”.

Per leggere l’intervista di Federica Mogherini, cliccare qui. (@OnuItalia)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts