Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Pena morte: moratoria tiene all’ONU, 117 si in aula come record 2014

pena di morte

(di Arturo Zampaglione) NEW YORK, 19 DICEMBRE – La moratoria contro la pena di morte “tiene” all’Onu nonostante il clima internazionale incandescente e una recrudescenza del terrorismo che ha indotto alcuni paesi a tornare alle esecuzioni. L’aula dell’Assemblea Generale ha approvato una risoluzione in cui si chiede agli stati membri di fermare la mano del boia con 117 voti a favore, quanti erano stati nel 2014.

La moratoria ha ottenuto due si in piu’ rispetto al voto in Terza Commissione (quella che si occupa di diritti umani) lo scorso novembre. I no stavolta sono stati 40, gli astenuti 31.

Il documento, non vincolante ma dal forte valore morale, chiede ai paesi dell’Onu di sospendere le esecuzioni in vista della totale abolizione della pena capitale. La risoluzione viene discussa e votata ogni due anni. Nel 2014 i si in Aula furono 117, 38 i no e 34 gli astenuti. A far salire il partito ostile alla moratoria e’ stata l’ultima ondata terroristica che ha spinto paesi come la Turchia a cambiare parere e l’elezione di leader come Rodrigo Duterte delle Filippine che ha avviato una campagna senza quartiere per punire con la pena di morte i condannati per reati di droga.

E’ dal 2007 che il documento sulla pena di morte viene presentato all’Onu. Da allora il numero dei consensi e’ sempre aumentato.

The following two tabs change content below.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About OnuItalia

Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma. Contact: Website | Facebook | Twitter | YouTube | More Posts